Germania, si abbassa l’età media dei pazienti ricoverati in terapia intensiva

Il governo tedesco è in allerta per la rapida discesa dell’età media dei ricoverati nelle terapie intensive per Covid-19.

L’impatto della terza ondata in Germania inizia ad essere incontrollabile e preoccupa le autorità governative. Secondo i dati dell’Istituto Robert Koch i numeri riguardanti i ricoveri sono da due settimane in continua crescita. A preoccupare i medici sono soprattutto l’abbassamento dell’età media delle persone ricoverate per Covid-19 nelle terapie intensive. Sono sempre di più le persone di età compresa tra i 40 ed i 60 anni che hanno bisogno di maggiori cure per combattere l’infezione. In alcuni centri ospedalieri si registra addirittura che un terzo dei posti letto in terapia intensiva è occupato da pazienti Covid. I casi nella giornata di ieri hanno raggiunto quota 29 mila, con un’incidenza di 160 ogni 100 mila abitanti, e 293 decessi.

Dati allarmanti in continua crescita

Il numero di positivi registrato nella giornata di ieri é il più alto dall’8 gennaio. Secondo i dati del RKI sono più di 4500 i posti letto già occupati da pazienti Covid-19. A Berlino ad esempio il 26% dei posti letto in terapia intensiva sono occupati da pazienti Covid-19. Il professor Christian Karagiannidis ha affermato che ‘ci sono solamente altri 1500 letti in terapia intensiva, segnalando l’urgenza di nuove misure per evitare un sovraffollamento degli ospedali e l’incapacità di curare altre patologie’. Il presidente dello Robert Koch Institut, Lothar Wieler, ha richiesto un intervento rapido da parte del governo e ha descritto l’attuale situazione come “drammatica e in continua precipitazione”, aggiungendo “che presto bisognerà iniziare il trasferimento dei pazienti tra le regioni“.

Nuove restrizioni in arrivo

L’aumento dei casi e dei ricoveri, uniti ad una campagna vaccinale ancora incerta e lenta, sta spingendo il governo tedesco verso scelte più drastiche per ridurre il contagio e contenere il virus. Il Consiglio dei Ministri nei giorni scorsi ha approvato una modifica di legge che permetterà direttamente al Governo di decidere sulle misure restrittive da applicare su tutto il territorio. Inoltre nelle nuove restrizioni é prevista una chiusura di tutte le attività non ritenute essenziali nei centri con un’incidenza superiore ai 100 ogni 100 mila abitanti e l’introduzione del coprifuoco tra le 21 e le 5. Per bar e ristornati sarà possibile solamente l’attività di asporto e domicilio, mentre gli incontri saranno limitati ad una sola persona fuori dal nucleo familiare.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Fonte Copertina: CC0 StockSnap

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *