Germania, sempre più donne denunciano violenze

Sempre più alto il numero di donne che contattano Frauenkrisentelefon, sportello telefonico per casi di violenza e discriminazione.

In questo anno di pandemia le violenze di genere sono aumentate notevolmente. Il lockdown e la permanenza obbligata in casa per molte donne ha rappresentato un rischio di subire violenze da mariti, compagni, fidanzati: lo sportello è dedicato alle problematiche femminili, come violenze domestiche o discriminazioni sul lavoro per il proprio ruolo di madre. L’associazione che gestisce lo sportello telefonico è attivo dal 1982, e vi lavorano psicologi, pedagogisti e consulenti volontari che parlano anche inglese, persiano e dari per le donne migranti. Ha sede a Kreuzberg e offre consulenza anche via chat e via mail. Secondo il Der Tagesspiegel, la maggior parte delle donne che chiede aiuto ha intorno ai trent’anni.

Lockdown e violenze di genere: il parere degli psicologi

La prolungata assenza di contatti sociali durante la pandemia, dicono molti psicologi, ha influito molto sulla salute mentale delle donne costrette a passare molte ore in casa con mariti o compagni violenti. Oltre a ciò, le sensazioni di solitudine e incertezza – se non paura – che rendono difficile anche solo parlare con qualcuno di quello che si sta vivendo in casa. I rischi maggiori, secondo gli psicologi, riguardano lo sviluppo di disturbi da depressione, insonnia e ansia. Da non sottovalutare anche i sintomi da stress post-traumatico (PTSD). È il «trauma da pandemia»: dopo un anno di incertezze economiche, lavorative e sociali gli effetti del Covid cominciano a farsi sentire.

Contatti utili

Il numero di telefono dello sportello Frauenkrisentelefon 030/6154243 è raggiungibile tutti i giorni, gli orari si trovano su www.frauenkrisentelefon.deÈ possibile anche fissare un appuntamento o scrivere una mail a info(@)frauenkrisentelefon.de.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: © Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *