Germania, sale il consumo di cannabis tra i minorenni. Per molti anche 7 grammi al giorno

Il consumo di cannabis da parte dei giovanissimi sta aumentando. Colpa del lockdown?

Mentre i politici discutono dei pro e dei contro della legalizzazione della marijuana, il consumo di cannabis in Germania sta aumentando e vede coinvolti sempre più giovani. I dati del Drogenbericht 2020 (report sul consumo di droga in Germania) segnalano una riduzione nel consumo di alcol tra i giovani, ma un significativo aumento di quello della cannabis. Mentre nel 2011 i giovani tra i 12 e i 17 anni che fumavano costituivano solo il 4,6%, ad oggi la percentuale è aumentata fino ad arrivare al 10,4%. Secondo lo studio appena pubblicato molti minorenni, in alcuni giorni, fumano anche 7 grammi nelle stesse 24 ore.

Il lockdown attuale sembra aver influito sull’aumento del consumo di cannabis

Sebbene non ci siano ancora statistiche ufficiali a conferma di un aumento del consumo dovuto al lockdown, gli psicologi hanno dichiarato che lo stato di emergenza generale potrebbe aver influito. Niente attività sportiva, difficoltà ad incontrare i propri amici, difficile convivenza in famiglia, tutte queste tensioni potrebbero spingere i giovani a fare uso di droga per evadere e rilassarsi. Inoltre, la pandemia – con tutte le sue chiusure – ha dimostrato che l’uso di sostanze che un tempo avveniva nei bar o nelle discoteche si è spostato all’aria aperta. Questo preoccupa molto gli esperti delle dipendenze, che mettono in guardia anche sulle conseguenze della legalizzazione. Per affrontare questa problematica, Daniela Ludwig ha cercato di influenzare i giovani lanciando una campagna anti-cannabis.

A Berlino anche 12enni consumano cannabis: è l’età la più bassa di tutta la Germania

Berlino: capitale della Germania e centro nevralgico delle feste e della movida notturna. Per questa ragione, non sorprende che i più giovani consumatori di marijuana si trovino proprio qui. I dati raccolti dal Centro specialistico per la prevenzione delle dipendenze di Berlino – che sviluppa e coordina misure di prevenzione con il supporto dell’Amministrazione Sanitaria del Senato – sono allarmanti. Il Centro, durante alcuni seminari tenutisi nelle scuole della capitale nel 2019, ha intervistato in forma anonima 1.725 ragazzi, con età compresa tra i 12 e i 18 anni. Secondo questo sondaggio, almeno 1/3 dei ragazzi ha fumato cannabis e il 21% degli intervistati aveva meno di 14 anni. Inoltre, il 27% ha dichiarato di fumare erba più volte alla settimana e spesso la mattina, prima di andare a scuola. Secondo le statistiche, i giovani berlinesi si approcciano alla marijuana tra i 14 e i 15 anni. Questi dati superano di 1,8 anni quelli della media nazionale. La poca consapevolezza e la minimizzazione dei rischi si evince dai risultati di un sondaggio del 2018, condotto per conto del Senato. Sono stati intervistati molti giovani frequentatori di discoteche. Più della metà di questi ha dichiarato che la droga faccia proprio parte della festa. Per questa ragione gli specialisti vogliono battersi per sensibilizzare i più giovani.

La capitale è un polo d’attrazione per spacciatori che provengono da tutta l’Europa

Il portavoce della politica interna e capogruppo della CDU Burkard Degger, ha detto che l’attrattività della capitale non dovrebbe meravigliare. Degger ha ricordato che Berlino è l’unico Land che tollera fino 15gr di cannabis per uso personale, evidenziandone l’assurdità. Negli altri Lander il limite per il consumo personale è compreso tra 5 e 6 gr. Il politico ha affermato che è necessario ridurre i limiti delle dosi anche nella capitale, rispettando quelli imposti dagli altri Länder. Anche il Gewerkschaft der Polizei (GdP) osserva con grande preoccupazione il crescente numero di giovani tossicodipendenti. Una maggiore presenza della polizia negli hotspot della droga può contribuire in modo positivo, ma non elimina il problema. Il portavoce Benjamin Jendro ha ricordato che gli spacciatori si muovono per la città in metropolitana o in bicicletta, per raggiungere i consumatori.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: cannabis da Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *