Germania, No-vax creano sito per la ricerca di lavoro rivolto a non vaccinati

Un gruppo di No-vax tedeschi ha lanciato il sito Impffrei Work per lavori senza obbligo di mascherina e di vaccinazione

Un’organizzazione di scettici del Coronavirus ha lanciato un sito per la ricerca del lavoro, in lingua tedesca, che permette alle aziende di trovare lavoratori non vaccinati. Il sito si chiama Impffrei Work (lavoro senza vaccino) e attualmente sono circa 70 le aziende che pubblicano annunci sulla piattaforma. Molte delle offerte riguardano il settore dell’assistenza infermieristica e degli anziani, e in generale tutti quei lavori che richiedono il contatto frequente con i più vulnerabili: assistenti sociali,  badanti, operatori nelle case di cura e negli ospedali. Il sito offre anche altre possibilità lavorative in diversi ambiti: dalla consulenza fiscale, alla guida di taxi.

Il sito è stato creato con l’intento di “contrastare la narrazione scientifica della cosiddetta pandemia”, secondo quanto affermato dai suoi ideatori. Nel frattempo, il Movimento di hacker Anonymous è intervenuto per fermare la diffusione di questa propaganda anti-vaccinazione. Il Governo tedesco, invece, continua la sua campagna di sensibilizzazione per raggiungere l’immunità di gregge.

Posizione lavorative anche in Svizzera e Austria

Le offerte di lavoro provengono da diverse aree di lingua tedesca. Le posizioni attualmente aperte arrivano da Svizzera, Austria, Alto Adige e da diversi Stati tedeschi. Il sito pubblicizza aziende alla ricerca di persone senza un impiego che siano “disposti ad operare privi di mascherina e senza aver ricevuto il vaccino”. Il gruppo di attivisti Anonymous ha attaccato il sito la scorsa settimana. In un’operazione di hacking chiamata ‘Operation Tinfoil’, gli autoproclamati ‘hacktivisti’ hanno preso di mira gli scettici del Coronavirus e le persone che diffondono slogan anti-vaccini, in quanto considerati persone che “cercano di fare soldi giocando con la paura delle persone, creando il panico e inventando bugie”. Una fonte di Anonymous ha detto allo Spiegel che il sito “fornisce alle aziende persone non vaccinate che possono potenzialmente infettare altre persone o infettarsi”.

Il problema dei No-Vax in Germania

Lo scetticismo sui vaccini è cresciuto in Germania con proteste che hanno avuto luogo in tutto il paese. I funzionari sanitari tedeschi sono preoccupati che il movimento possa ostacolare le possibilità del paese di raggiungere l’immunità di gregge attraverso la vaccinazione, rendendo più difficile il ritorno alla normalità. Mentre i rappresentanti del sito non hanno risposto alle richieste di commento di The Local, l’emittente svizzera 20 Minutes riferisce che sono stati creati diversi gruppi social sull’applicazione di messaggistica Telegram dove vengono diffuse affermazioni infondate sul virus e teorie cospirative sui vaccini e sul virus, tra cui il fatto che il Covid-19 non esista. In Germania le principali misure di sanità pubblica, tra cui lockdown e vaccinazioni, hanno creato divisioni. La somministrazione di vaccini anti-Covid procede lentamente e lo scetticismo ha complicato la situazione. Sono poi in aumento anche le persone che mettono in discussione la minaccia del virus.

Il ruolo del prossimo governo nella lotta al negazionismo

La crescita di fenomeni come lo scetticismo e il negazionismo sono i sintomi di una disinformazione insidiosa che attraversa la Germania. La stanchezza della situazione pandemica sembra diffondersi in Germania, con i centri di vaccinazione che segnalano un aumento delle cancellazioni degli appuntamenti. In risposta a un’inchiesta di DW, l’Associazione dei medici legali nella regione del Nord Reno ha riferito che il 6% degli appuntamenti per la vaccinazione sono stati cancellati. Un appuntamento su cinque è stato cancellato nello Stato di Berlino. Le seconde dosi sono sempre più inutilizzate anche nello Stato del Brandeburgo, Una tendenza confermata anche  dai ministeri statali della salute della Bassa Sassonia e del Meclemburgo-Pomerania Occidentale. Il ruolo del Cancelliere che vincerà le elezioni di settembre sarà quello di riportare sicurezza nel paese e convincere gli scettici a procedere con la vaccinazione riannodando quel filo che durante la pandemia ha separato cittadini e politici.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Fonte di Copertina: Foto di  Viktor Hanacek da Picjumbo CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *