Bild, caporedattore sotto indagine per accuse di bullismo

Il caporedattore Julian Reichelt nega, ma lascia provvisoriamente la direzione del quotidiano. Indagine in corso per verificare le accuse

Julian Reichelt, caporedattore del famoso quotidiano tedesco Bild, ha rinunciato temporaneamente al suo incarico in attesa che si dimostri la veridicità delle accuse che riguardano ripetuti comportamenti scorretti verso le dipendenti donne. Finora non sono emerse prove.

Le indagini in corso

All’inizio della scorsa settimana, il settimanale Spiegel ha riportato la notizia di un’indagine in corso sulla condotta di Reichelt, avviata dopo che diverse dipendenti donne hanno mosso contro il caporedattore diverse accuse, tra cui abuso di potere, coercizione e bullismo. In seguito a queste accuse, la Axel Springer SE, gruppo editoriale che possiede il Bild, si sta adoperando per conoscere la verità. “È in corso un’indagine a tutti i livelli”, ha dichiarato. Si sta lavorando per valutare “la credibilità e l’integrità di tutte le persone coinvolte.” La casa editrice ha poi riferito che “finora non ci sono prove in tal senso e trarre conclusioni sulla base di voci non rientra nel modus operandi di questa azienda.” Con l’obiettivo di garantire un’indagine approfondita e imparziale, sono stati chiamati anche esperti esterni che ora verificheranno le possibili violazioni della compliance. Reichelt ha respinto tutte le accuse, ma in attesa che si faccia luce sulla vicenda, ha abbandonato la gestione del quotidiano. Alexandra Würzbach, direttrice dell’edizione domenicale di Bild, assumerà temporaneamente la funzione di caporedattrice.

La casa editrice

Axel Springer SE è stata fondata nel 1946 dal giornalista Axel Springer e ha sede a Berlino. Oggi è una delle più grandi case editrici d’Europa, proprietaria dei giornali tedeschi Bild e Die Welt, oltre che del sito americano di notizie finanziarie Business Insider. Julian Reichelt è un giornalista tedesco e dal febbraio 2017 è a capo dell’edizione digitale di Bild. Nel 2018, a seguito dell’abbandono di Tanit Koch, è diventato caporedattore anche dell’edizione cartacea del giornale.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter
XMA Header Image
Corsi di tedesco a Berlino: intensivi, serali e private o su Zoom: il calendario di Berlino Schule – BerlinoSchule
berlinoschule.com

Immagine di copertina: © Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *