Omicidio

Un DJ berlinese sembra abbia ucciso la proprietaria di un cafè a Duisburg

L’uomo di 29 anni sarebbe il colpevole dell’omicidio della proprietaria di un caffè di Duisburg avvenuto nel maggio 2017.

Il 3 maggio 2017 Birgül D. (46 anni) era stata uccisa con un colpo d’arma da fuoco nel suo caffè situato nel porto di Duisburg. Le indagini per individuare il suo assassino si sono protratte senza successo per 282 giorni. Solo ora l’arresto per taccheggio di Constantin S., 29 anni, in un supermercato di Berlino ha consentito agli investigatori di collegare l’uomo al delitto di Duisburg: il suo DNA è risultato infatti compatibile con quello trovato sulla scena del delitto. L’uomo è stato arrestato e starebbe sfruttando il suo diritto al silenzio. Gli inquirenti sono convinti della colpevolezza di Constantin S., tuttavia secondo il procuratore di Duisburg Alexander Bayer non sarebbe ancora chiaro il movente dell’omicidio.

Omicidio

Constantin S., foto privata

I precedenti di Constantin S.

Il giovane uomo di 29 anni, nato in Venezuela e cresciuto a Duisburg con i suoi genitori, si era trasferito da qualche mese a Berlino dove lavorava come DJ. Per quanto attento alla sua immagine sui social, la fedina penale di Constantin S. era tutto tranne che immacolata. Con il suo arresto lo si è potuto identificare infatti come l’aggressore di una donna sessantaquattrenne colpita alla testa con una sbarra di ferro per le strade di Neukölln il primo novembre 2017. L’uomo era già stato schedato dalla polizia per guida senza patente e ben otto volte per furto all’interno del comune di Berlino.

[adrotate banner=”34″]

L’arresto a Prenzlauer Berg


Risale al 23 gennaio l’episodio di taccheggio che ha consentito di individuare Constantin S. come indiziato dell’omicidio di Duisburg. Nel corso della rapina avvenuta in un supermercato di Prenzlauer Berg, l’uomo ha ferito un addetto alla sicurezza con un coltello dopo che questi l’aveva sorpreso a rubare qualcosa dagli scaffali. Un impiegato è riuscito però a fermarlo consentendo così alla polizia di intervenire e procedere con l’arresto.

[adrotate banner=”39″]

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

Foto di copertina: © Marc Vollmannshauser, Birgül D.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *