Berlino, trovato cadavere ad Alexanderplatz

Questa mattina è stato trovato un cadavere ai piedi della Torre della televisione ad Alexanderplatz. La polizia presume un omicidio.

Questa mattina i dipendenti della Berliner Stadtreinigungsbetriebe (BSR), che si occupano della pulizia delle strade della città, hanno scoperto un corpo senza vita ad Alexanderplatz. Riportava ferite gravi alla testa ed è stato ritrovato in una pozza di sangue. La polizia è stata allertata alle 6:20, e non è chiaro se la vittima in quel momento fosse ancora viva. Il cadavere si è rivelato essere di un uomo, ma non sono disponibili ancora dettagli sulla sua identità. Attualmente una squadra della omicidi e la scientifica sono sulla scena del crimine per le indagini.  La polizia ha transennato una vasta area di Alexanderplatz, di fronte all’ingresso del People Museum.

 

L’ipotesi di omicidio

Inizialmente si pensava che il cadavere fosse di una donna. La portavoce della polizia Dajana Hirth ha poi comunicato alla stampa che si tratta invece di un uomo. La posizione del corpo e le gravi ferite riportate alla testa fanno escludere le ipotesi di incidente o suicidio. Le forze dell’ordine presumono sia stato un omicidio, ma in giornata l’autopsia chiarirà le dinamiche dell’accaduto. Servirà a stabilire in che modo l’uomo sia stato colpito, se con un oggetto o con calci o pugni, e se le ferite siano state l’effettiva causa della morte. Si era ipotizzato anche un reato sessuale, ma a quanto pare al momento del ritrovamento la vittima era vestita. Le indagini comunque sono ancora in corso.

Criminalità in aumento a Berlino

Vicende come queste non sono certo nuove a Berlino. Prima di Mitte, era stato il quartiere di Wedding a riempire le pagine di cronaca. A fine agosto, un uomo era stato ucciso a colpi di arma da fuoco vicino a Nettelbeckplatz, e il suo cadavere ritrovato poco dopo lontano dal luogo dell’omicidio.

Secondo la polizia di Berlino, questa è la lista dei luoghi più pericolosi della città:

-Spandau: nella zona del centro storico, si tratta soprattutto di borseggiatori

-La linea metropolitana U8: in particolare tra le stazioni di Heinrich-Heine Strasse e Osloer Strasse, alto è lo spaccio di droga

-Leopoldplatz (Wedding). Droga, aggressioni e borseggi

-Oranienburgerstrasse (Mitte). Borseggiatori e prostituzione illegale. Colpiti soprattutto i turisti,

-Alexanderplatz: aggressioni e frodi. La morte di Jonny K. nel 2012 ne è il più drammatico esempio

-Rigaerstrasse (Friedrichshain): alcuni dei pochi squat di Berlino rimasti come negli anni ’90 continuano ad attrarre l’interesse della polizia con incendi e altri tipi di manifestazioni difficilmente diretti contro persone, ma comunque reati.

-Revalerstrasse(Friedrichshain). La parte a sud di Friedrichshain, celebre per l’alta concentrazione di club, è via (quasi logicamente) di spaccio, aggressioni e furti.

-Lausitzerplatz (Friedrichshain). Insospettabile per chi non la conoscesse dai report della polizia, questa piccola e residenziale piazza vicino al Berghain è zona di spaccio.

-Görlitzer Bahnhof (Kreuzberg): spaccio, molestie e furti. I tentativi di vendita di droghe cominciano appena si esce dalla metropolitana e continuano lungo la Skalitzer Strasse. A notte fonde ogni tanto si passa a furti e molestie.

-Görlitzer Park (Kreuzberg): Soprattutto vicino ai vari ingressi del parco: rapine, molestie e spaccio di droghe. La tolleranza zero (chi passa di qui non può detenere nessun quantitativo di droghe per non incappare in sanzioni) ha più spostato il problema (verso la stazione, dove la tolleranza zero non c’è) che risolverlo.

-Kottbusser Tor (Kreuzberg): Spaccio, aggressioni, furti luogo di ritrovo per ubriachi. A causare i maggiori problemi, secondo la polizia, curdi e turchi.

-Hallesches Tor (Kreuzberg): Droga, droga, droga. La piazza principale si presta a nascondigli e facili scambi di merce. È uno dei punti di maggiore spaccio cittadino.

-Hermannplatz (Neukölln): droga, borseggio e furti. Lo spaccio è in continua crescita. Qui si incontrano spesso anche famiglie allargate per scontri tra gang.

-Hermannstraße(Neukölln); quanto succede ad Hermannplatz prosegue sull’omonima via, tra spaccio, furti e aggressioni.

-Hasenheide (Neukölln): secondo la polizia sono soprattutto migranti dall’Africa a vendere le droghe nel parco. Da questa situazioni si passa spesso a casi più gravi, aggressioni e delitti connessi alla droga.

-Tiergarten: luogo di incontro notturno per gay e lesbiche, è spesso al centro di attacchi omofobi e a senza tetto.

-Schöneberg Nord- Kurfürstenstraße : piena di prostitute sulla strada e frequentata da spacciatori, non riesce a perdere una china discendente in termini di sicurezza nonostante le proteste di molti degli abitanti della zona. Qui a comandare – riporta la polizia – “sono gli arabi”.

-Wilmersdorfer Straße (Charlottenburg-Wilmersdorf): Lungo questa commerciale strada pedonale si registrano molti furti e rapine, compiuti soprattutto da cittadini dell’est Europa.

-Stuttgarter Platz (Charlottenburg-Wilmersdorf): la stazione è grande punto di ritrovo per spacciatori e tossicodipendenti, con tutto ciò che ne consegue.

-Hardenbergplatz (Charlottenburg-Wilmersdorf): “paradiso dei boseggiatori” a causa dei tanti turisti e dei negozi uno di seguito all’altro.

Joachimstaler Straße (Charlottenburg-Wilmersdorf) : dallo zoo in poi, spaccio di droga e prostituzione illegale rendono l’ambiente ricettivo ad aggressioni ed altri tipi di reati, a partire dalle aggressioni.

In copertina: CC0 Public Domain, Foto di Mittmac da Pixabay.

 

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *