Berlino, mensa gratis, direttamente a casa, per gli studenti in homeschooling

Il distretto di Friedrichshain-Kreuzberg offre il cibo della mensa scolastica anche a casa

Con le scuole chiuse molti sono stati gli studenti che hanno dovuto rinunciare, oltre alle lezioni in presenza, anche al pasto gratuito cui hanno diritto in basse alla legge scolastica vigente. In caso di necessità le lezioni possono essere svolte al computer ma per le mense scolastiche non funziona di certo così. Questo rappresenta un grande problema per molte famiglie, soprattutto per le meno abbienti a basso reddito. Per molti dei loro figli, infatti, questo era l’unico pasto caldo garantito della giornata.  Il blocco significherebbe la non disponibilità dei pasti scolastici che spettano di diritto agli studenti. Il distretto di Friedrichshain-Kreuzberg offre ora anche questo servizio agli studenti in homeschooling. Diverse sono state le varianti testate per mettere in pratica questa soluzione, fra queste spicca quella che vede le famiglie annunciare in anticipo le loro necessità e i i propri figli raccogliere il cibo con i propri piatti. Finora le iscrizioni sono state 250 ma non tutte le scuole hanno aderito all’iniziativa. “Tutte le famiglie che vogliono approfittare dell’offerta dovrebbero avere questa opportunità”, ha fatto sapere il consigliere scolastico Andy Hehmke.

La proposta di Diakonie Deutschland

Diakonie Deutschland, un’organizzazione benefica di chiese protestanti, aveva già richiesto un risarcimento finanziario per i bambini di famiglie a basso reddito già fin ad inizio gennaio qualora il pasto gratuito a scuola fosse stato annullato. I bambini che vivono in povertà devono poter pranzare indipendentemente dal fatto che studino a scuola o a casa.

La gestione dell’emergenza nelle altre città tedesche

Anche altre città minori dimostrano come sia possibile fornire ai bambini più bisognosi un pasto caldo al di fuori della scuola.  Un servizio di consegna istituito dall’amministrazione comunale per circa 2500 bambini, durante la prima chiusura di Potsdam aveva risolto, seppur parzialmente, il problema.  La città di Bielefeld, nel Nord Reno-Westfalia, offre alle famiglie bisognose un servizio di consegna di generi alimentari  dalla fine di novembre 2020. Vengono, ad esempio, offerti pasta, riso, latte, uova, verdura e frutta. Anche la città di Lipsia è riuscita a convincere diverse società di catering a consegnare pasti caldi direttamente alle famiglie interessate. Per la città di Berlino, il deputato della CDU Dirk Stettner propone una strada diversa: combinare i pasti scolastici a casa con gli aiuti economici per le gastronomie berlinesi. Invece di fornire pasti individuali a casa agli studenti, Stettner chiede che i buoni pasto – ottenibili dai ristoratori locali – vengano destinati alle famiglie bisognose. “I costi non sarebbero molto superiori ai normali prezzi della mensa scolastica”, ha riferito il deputato della CDU.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: da Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *