Berlino, 25km in più di piste ciclabili per una città più vivibile

Berlino, città bike-friendly. Circa 25 km di nuove piste ciclabili permanenti nella zona di Friedrichshain-Kreuzberg

Da quando il ciclismo a Berlino ha avuto una crescita esponenziale con la pandemia, la città può davvero vantarsi di essere diventata bike-friendly. La capitale tedesca, infatti, prosegue con i lavori per rendere permanenti i circa 25 km di piste ciclabili che erano state aggiunte durante il lockdown. Queste piste ciclabili “pop up” aggiuntive erano state create temporaneamente per l’improvvisa domanda di nuove corsie da parte dei pendolari, i quali sono passati alla bicicletta per evitare i trasporti pubblici troppo affollati. Il distretto di Friedrichshain-Kreuzberg, che ha avuto l’idea delle corsie “pop-up”, ha ufficialmente aperto lunedì un nuovo tratto di pista ciclabile e ha iniziato a lavorare per rendere un’altra strada trafficata accessibile solo a biciclette e pedoni.

L’Associazione tedesca dei ciclisti: “Bisogna fare di più per proteggere i ciclisti”

La crescita improvvisa di persone che scelgono la bicicletta al posto dell’automobile è un dato più che positivo. Tuttavia, va detto anche che, recentemente, gli incidenti in bici sono aumentati. Già 5 ciclisti sono stati uccisi quest’anno investiti dalle auto in corsa. L’Associazione tedesca dei ciclisti (ADFC) ha accolto con favore la creazione di corsie permanenti, ma afferma che è necessario fare di più per proteggere i ciclisti a Berlino. Ad esempio, le corsie temporanee in alcune zone della città, spesso contrassegnate da nastro giallo attaccato alla strada, vengono ora allargate e meglio protette con dissuasori o rampe basse per fermare auto o furgoni che le bloccano.

Verso una mobilità più resiliente e più equa

Secondo il World Resources Institute, molte persone stanno passando al ciclismo come un’opzione affidabile per superare il blocco causato dal Covid. Durante la pandemia, infatti, molte città hanno ridotto diverse operazioni di trasporto pubblico a causa del calo dei passeggeri e del rischio dei contagi. Tale situazione ha innescato, dunque, la crescita esponenziale di persone che utilizzano la bicicletta. Questa tendenza rappresenta un’opportunità unica per rendere la bici parte integrante dei sistemi di trasporto urbano, e non solo un accessorio. Le città hanno bisogno di una mobilità più resiliente ed equa, non solo per resistere all’emergenza attuale, ma anche per prepararsi a crisi future.

Leggi anche: Germania, impennata di persone che scelgono la bici

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

In copertina: Bicicletta, da Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *