Ella Fitzgerald ©Kristine da Flickr CC-BY-NC 2.0 https://www.flickr.com/photos/53035820@N02/7351216776/in/photostream/

The Lost Berlin Tapes, la registrazione di Berlino perduta, e poi trovata, di Ella Fitzgerald

A distanza di quasi 60 anni è stata ritrovata la registrazione del concerto che Ella Fitzgerald tenne nel 1962 a Berlino Ovest

Il 12 marzo del 1962, allo Sportpalast di Berlino Ovest, 12.000 fortunati spettatori assistettero al concerto della leggenda del jazz Ella Fitzgerald. Ad accompagnarla sul palco alcuni dei migliori musicisti jazz dell’epoca, il p al contrabbasso e

 

The Lost Berlin Tapes: una pietra preziosa saltata fuori dagli archivi privati di uno degli impresari della Fitzgerald

La registrazione del concerto berlinese è stata ritrovata nell’archivio privato di Norman Granz, fondatore della Verve Records casa discografica americana che, dal 1956 al 1966, aveva prodotto gli album della Fitzgerald. Granz era solito registrare tutti i concerti da lui organizzati per farne successivamente degli album o, semplicemente, per averli nella sua collezione. Nella sua scuderia di artisti, oltre alla Fitzgerald, leggende della musica jazz americana come, tra gli altri,  Dizzy Gillespie, Nina Simone e Billie Holiday. Il ritrovamento è stato del tutto fortuito e, come ricorda Field, «quando abbiamo trovato i nastri di Berlino non riuscivamo a crederci, è una delle sue migliori esibizioni di sempre». Già ascoltando i primi secondi della traccia che apre l’album, Cheeck to Cheeck, non possiamo che essere d’accordo col musicista. Il suono è pulito, quasi perfetto e la voce della Fitzgerald, cristallina e carica di energia, raggiunge in questa registrazione il suo apice. Questa le tracce contenute in The Lost Berlin Tapes:

01 Cheek to Cheek
02 He’s My Kind of Boy
03 Cry Me a River
04 I Won’t Dance
05 Someone to Watch Over Me
06 Jersey Bounce
07 Angel Eyes
08 Clap Hands, Here Come Charlie
09 Taking a Chance on Love
10 C’est Magnifique
11 Good Morning Heartache
12 Hallelujah, I Love Him So
13 Hallelujah, I Love Him So (Reprise)
14 Summertime
15 Mr. Paganini
16 Mack the Knife
17 Wee Baby Blues

Lo speciale rapporto di Ella Fitzgerald con la città di Berlino

Due anni prima del concerto di The Lost Berlin Tapes, il 13 febbraio del 1960, la Fitzgerald si era esibita alla Deutschelandhalle. La registrazione dell’album era stata pubblicata con il titolo Ella in Berlin: Mack the Knife. Era stata la prima volta in cui la Fitzgerald aveva proposto dal vivo il brano Mack the Knife, adattamento americano di Die Moritat von Mackie Messer canzone composta da Kurt Weil e Bertolt Brecht per L’Opera da tre soldi scritta da quest’ultimo. Durante l’esibizione la Fitzgerald si era dimenticata le parole del brano, ma, nonostante ciò, riuscì a improvvisare e a terminare brillantemente la canzone tra l’entusiasmo del pubblico. Proprio grazie a questa performance la cantante vinse il premio come Miglior Interpretazione Vocale Femminile durante la terza edizione dei Grammy. L’album era stato poi inserito, nel 1999, nella Grammy Hall of Fame, un riconoscimento speciale che premia i dischi che hanno avuto una particolare importanza nella storia della musica.

Leggi anche L’Hotel Bogota di Berlino, leggendaria meta di grandi fotografi e artisti per 50 anni

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Ella Fitzgerald in concert ©Kristine da Flickr CC-BY-NC 2.0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *