Mentalgassi, il trio di street artists berlinesi che trasforma i cassonetti in volti e sguardi

Gli street artists Mentalgassi hanno lanciato la loro nuova performance Masken Pflicht ricoprendo i cassonetti della città con delle mascherine

Era un pò di tempo che i Mentalgassi non facevano più parlare di sé. Nelle ultime settimane il trio di street artists è tornato in città affrontando un tema di attualità come le regole anti contagio. La nuova performance si presenta così più attuale che mai. Nuove installazioni sono comparse a  Neukölln e per tutto il quartiere di Kreuzberg riprendendo le tecniche innovative tipiche dell’arte del collettivo berlinese.  Vari cassonetti sono stati coperti con poster di persone a cui sono state aggiunte mascherine. Passandoci vicino siamo sicuri che non potrete fare a meno di notarli.

Gli street artists Mentalgassi portano Berlino in giro per il mondo

Il successo del trio Mentalgassi è riconosciuto da oltre un decennio anche al di fuori della Germania, propri lavori sono infatti presenti in città come San Paolo e New Dehli. La loro arte non si ferma solo al ruolo più strettamente urban ma si è fatta voce anche di campagne di sensibilizzazione internazionali. La più memorabile è quella con Amnesty International nel 2011. Per questa occasione il collettivo di Berlino, in collaborazione con il duo inglese Lisa Jeliffe and Kirsten Rutherford, ha preso parte alla campagna Making Invisibles Visible per sensibilizzare la cittadinanza verso i diritti della popolazione carceraria. Il trio ha dipinto 6 detenuti sulle grate di varie città del Regno Unito. In particolare ricordiamo Troy Davis, un afro americano condannato a morte negli Stati Uniti dichiarotosi innocente fino al giorno della propria esecuzione.

I Mentalgassi, un trio di street artists cresciuto per le vie di Berlino

Gli street artists Mentalgassi sono tre amici berlinesi che si conoscono fin dall’infanzia. Cresciuti come writer, il collettivo incomincia a interessarsi a nuove tecniche come la fotografia e la stampa appena diventati maggiorenni. Inizia così nel 2007  il loro viaggio verso la street art che li ha portati alla fama internazionale. In quell’anno installano per la prima volta i propri poster tridimensionali Metalheads per i cassonnetti di Berlino. Da lì a poco il gruppo incomincia a espandersi  sviluppando le propie idee per tutta la città. Il vero motivo del loro successo non è chiaro nemmeno ai soggetti interessati. Forse, come affermato da un membro del trio,  è da ricercare nella messa in risalto del rapporto dell’uomo con l’ambiente circostante.  Rapporto, questo, tutt’oggi da esplorare. Ci aspettiamo, quindi, a breve nuove opere per le vie della città.

Leggi anche: 10 foto rappresentative della Street Art di Berlino

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine copertina Screenshot Youtube

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *