Pagoda di Potsdamer Platz, monumento alla riunificazione tedesca aspettando quella delle 2 Coree

Un monumento simbolo di pace ed unità costruito in tipico stile coreano nel cuore di Berlino: il Pavillion der Einheit

Potsdamer Platz, Berlino. Pieno centro della capitale berlinese. Conosciuta anche come “urban sofa”, questa piazza offre infinite opportunità tra relax e shopping di ogni genere. Uno dei fiori all’occhiello della piazza, posto proprio al suo centro  è il Pavillion der Einheit, la Pagoda dell’Unità. L’inconfondibile stile architettonico coreano si rifà al monumento Sangnyangieong situato presso il Changdeokgung Garden, nella capitale sudcoreana di Seul e appartenuto alla dinastia Joseon. La scelta di collocare il Pavillion der Einheit proprio a Potsdamer Platz non è casuale. Proprio dove un tempo vi erano mortali confini interni, oggi sorge il simbolo dell’unità e della speranza.

Ma cosa ci fa una pagoda coreana nel centro di Berlino?

Il possente edificio, alto circa otto metri, è stato inaugurato nel 2015, in occasione dei 25 anni dalla riunificazione tedesca e del 70º anniversario dell’indipendenza della Corea del Sud. Il Pavillion der Einheit, dunque, è stato concepito come  simbolo di unità e pace. A pochi passi dalla Pagoda, in Leipziger Platz, vi è l’Ambasciata sudcoreana che al suo interno ospita la sede dell’Istituto di Cultura sudcoreana, ente che organizza numerosi eventi culturali. L’Istituto ha installato un porta-volantini, proprio all’angolo della Pagoda, in cui chiunque può ritirare i flyer e conoscere la ricca offerta di eventi interculturali proposta dal centro.

Il Pavillion der Einheit è stato costruito seguendo la tradizione architettonica coreana

La coloratissima struttura esagonale in legno è stata progettata dall’architetto sudcoreano Cho In-Souck ed è stata costruita da numerosi team di operai arrivati appositamente dalla Corea del Sud. La pagoda simboleggia, da secoli, la connessione tra l’uomo e la natura. Il tetto è ricoperto di ‘giwa’, classiche pietre levigate tipiche dell’architettura coreana, da cui pendono piccole sculture di ragni e draghi. Anche i colori scelti per le decorazioni, tutte rigorosamente dipinte a mano, sono quelli tradizionali degli edifici coreani: turchese, giallo e rosso. Diplomatici tedeschi e coreani hanno inciso i loro auguri sui mattoni con cui è stato costruito il Pavillion der Einheit un gesto che, secondo la tradizione sudcoreana, è di buon auspicio.

Conosci la Potsdamer Platz e il Pavillion der Einheit con una guida italiana. Partecipa al Tour Berlino Indispensabile. Scegli la data che preferisci e inserisci il codice sconto “BERLINO-MAGAZINE” al momento della prenotazione.

Leggi anche: La Germania garantirà asilo politico ad un manifestante di Hong Kong

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pavillion der Einheit ©Andrea D’Addio

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *