Gigafactory

La costruzione della Gigafactory berlinese procede a pieno ritmo e sarà pronta per luglio 2021

Costa 1.065 miliardi di euro e avrà 12.000 dipendenti, la Gigafactory della Tesla berlinese sarà pronta per luglio 2021 e sfornerà 100.000 veicoli all’anno. I ritmi di costruzione sono frenetici ma le scadenze sono davvero ravvicinate. Elon Musk, l’amministratore delegato, vuole che tutto sia pronto fra 1 anno. Si inizierà poi con la produzione del modello Y per seguire l’anno successivo con il modello 3. Le vicende della Tesla berlinese non sono sempre state facili. L’annuncio della costruzione della Gigafactory è arrivato il 12 novembre scorso ma proteste ambientaliste e la crisi Covid-19 hanno rallentato il progetto. Ora sembra che la costruzione proceda a pieno ritmo, grazie anche all’uso di attrezzature prefabbricate. Di seguito un video girato con un drone del sito di costruzione.

La Gigafactory berlinese sarà la prima fabbrica Tesla in Europa

La Tesla ha per ora tre Gigafactory, due negli Stati Uniti e una in Cina. L’annuncio ufficiale della quarta Gigafactory, non che della prima fabbrica Tesla europea, è arrivato lo scorso 12 Dicembre. Il sito scelto per la costruzione è una foresta a Grünheide, storicamente appartenuta alla Stasi per la formazione di agenti. A inizio 2020 è iniziato il processo di approvazione da parte del governo tedesco. I 302 ettari di terreno sono stati acquistati per 41 milioni di euro e la produzione iniziata subito dopo. Si stima che nella fase di piena espansione la Tesla creerà fra i 7000 e gli 8000 posti di lavoro. Le polemiche non sono mancate. Proteste ambientaliste e norme ambientali hanno indotto la tesla a spostare la produzione di batterie in un altro sito.

Dopo l’annuncio della costruzione della Gigafactory non sono mancate le proteste

L’annuncio della costruzione della Gigafactory ha portato a ricorrenti proteste nella regione. La popolazione non si trova d’accordo con il massiccio abbattimento degli alberi che la fabbrica comporta. Eleon Musk ha cercato di arginare il problema attraverso una massiccia donazione e la creazione di un ufficio come punto di incontro fra residenti della zona e Tesla. Altra preoccupazione degli ambientalisti è per la fauna che vive nella zona che avrebbe bisogno di alberi molto vecchi per sopravvivere.

Leggi anche: Come sarà la fabbrica Tesla a Berlino

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: screenshot da Youtube 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *