Germania, superati i 100mila contagi. Entro il 14 aprile nuove decisioni. Il bollettino Land per Land

La situazione in Germania alle 9 del mattino di lunedì 6 aprile

La Germania taglia il triste primato di 100mila contagiati. Il dato relativo alla sola domenica in realtà non è negativo, “solo” 4031, ma è viziato dal fatto che si tratti di un giorno in cui normalmente si fanno meno tamponi. La curva logaritmica, come potrete vedere più sotto, è comunque costante nella sua crescita senza particolari picchi. Calo c’è stato anche nel numero di decessi, 140, dato più basso negli ultimi 5 giorni. Nel frattempo, dopo due settimane di quarantena in casa, Angela Merkel è tornata a lavorare nel suo ufficio. Secondo il Tagesspiegel la Cancelliera prenderà una decisione sul se prorogare o meno le vigenti restrizioni entro il 14 aprile. Al momento la normativa parla del 19 del mese come ultimo giorno, ma è molto probabile un allungamento fino a fine mese.

Il bollettino Land per Land

Ben 41 decessi in un solo giorno: la Baviera continua ad avere il triste primato sia di vittime (411) che di contagi (24530, 1301 più del giorno prima ). Analogo l’aumento di casi in NordReno-Vestfalia, circa 1118, per un totale di con 20523. Più distante il Baden-Württemberg (19287, ma con più decessi del NordReno-Vestfalia, 383). A grande distanza la Bassa Sassonia con 6009 casi e 92 decessi. I dati sono presi dal Berliner Morgenpost. Nella classifica qui sotto vedete, nell’ordine, il numero di contagi complessivi, i casi risolti positivamente e il numero di decessi. Non si modifica la situazione per cui gli ex Land dell’Est hanno molti meno casi di quelli dell’Ovest. Brandenburgo, Turingia, Sassonia-Anhalt, Meclemburgo-Pomerania anteriore sono tutti negli ultimi posti della classifica. Solo la Sassonia e Berlino (che è Ossie solo in parte) si trovano a metà.

© Berliner Morgenpost

© Berliner Morgenpost

La situazione a Berlino

Nelle ultime 24 ore, complice il bel tempo, tanta gente è scesa in strada o si è radunata nei parchi, cercando il più possibile di rispettare le norme di sicurezza vigenti, 5 metri gli uni dagli altri se ci si siede, almeno 1,5 metri di distanza se si cammina. Per il loro rispetto sono stati impiegati circa 500 poliziotti. Sono state controllate  1981 persone per un totale di  23 denunce per reati penali e 87 per reati amministrativi amministrativi.  Dal 14 marzo 2020 la polizia di Berlino ha effettuato un totale di 3.529 ispezioni in negozi costringendone la chiusura in 843 casi.

Un video di Berlino ieri al Vokspark Friedichshain

Il bollettino cittadino

In città al momento ci sono 3687 infetti, 26 decessi, rispettivamente 61 e 2 in più del giorno precedente. Il nuovo ospedale in costruzione dentro gli spazi della fiera cerca 500 infermieri e 100 unità di personale per la prossima apertura ad inizio maggio. A dichiararlo è il portavoce della Vivantes, il gruppo di cliniche che gestirà la struttura. In totale sono stati eseguiti circa 50mila tamponi. Anche qui sui numeri pesa il fatto che ieri fosse domenica. Andando a vedere i casi nelle varie zone cittadine è Mitte il quartiere più colpito con 537 contagi (14 più del giorno precedente) seguito da Charlottenburg-Wilmersdorf (462, 9 in più), , Tempelhof-Schöneberg (394, 8 in più), Neukölln (392, invariato),  Pankow (378, 10 in più) e Friedrichshain-Kreuzberg  (352, 2 in più).

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 48 ore (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Pixabay: © CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *