Germania, partita tra calciatori nudi in protesta con la commercializzazione dello sport

La nudità al centro della partita-protesta nello stadio Stimberg. Critica alla società calcistica ormai priva di autenticità.

Nello stadio Stimberg della città di Oer-Erkenschwick in Renania settentrionale Vestfalia, due squadre di calcio si sono affrontate in campo completamente nude. La partita è nata in segno di protesta contro l’attuale sistema calcistico, il quale a detta dell’organizzatore, troppo commercializzato e privo di trasparenza.  I giocatori vestivano esclusivamente scarpe e calzini, di colore diverso per riconoscere le squadre, inoltre i loro numeri di maglia sono stati dipinti a mano sulle loro schiene.

La commercializzazione del calcio

Gerrit Starczewski, artista 34enne, è l’organizzatore della partita. Egli voleva attirare l’attenzione sull’eccessiva importanza del lato commerciale del calcio che, a suo dire, intacca la genuinità di questo sport. In aggiunta, con la nudità proposta nella partita desiderava esprimere la sua disapprovazione per i falsi ideali di bellezza esibiti dai social media. Dalle sue parole si evince che le sue “azioni nude” hanno l’obbiettivo di dare un esempio di diversità e naturalezza, ormai assente nel calcio e nella società moderne.

Le accuse di corruzione alla FIFA

La partita di Gerrit Starczewski ha portato a galla un problema crescente nel mondo calcistico a detta di molti, la corruzione. Il match che ha avuto luogo a Oer-Erkenschwick ha riacceso i riflettori sulle indagini condotte da un procuratore svizzero sulla dirigenza della federazione calcistica internazionale. Le accuse di corruzione sono riferite all’anno 2016, in particolare al periodo delle elezioni interne. Lo stesso procuratore, Michael Lauber, si è dimesso negli scorsi giorni dopo che sono emerse delle controversie riguardanti il suo operato, sembra che abbia preso accordi con le parti ed abusato del suo potere.

Leggi anche: Germania, entro 3 settimane i Kinderbonus da 300 € ai genitori per il Covid

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Instagram

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *