Germania, migliaia di persone in strada contro il terrorismo di destra

Dopo gli eventi di Hanau di mercoledì scorso migliaia di persone hanno manifestato pacificamente contro la violenza dell’estrema destra e per dare supporto alle famiglie delle vittime

Lo scorso fine settimana ci sono state diverse manifestazioni contro l’estrema destra in molte città tedesche. Migliaia di persone hanno manifestato a seguito della violenza della strage di Hanau. Un uomo di 43 anni ha ucciso 9 persone e ferite altrettante 6 in due bar, poi è tornato a casa ha ucciso la madre e si è suicidato. Il motivo della strage sarebbe l’odio razzista, a seguito delle indagini sul passato del killer. Ad Hanau, secondo la polizia, 6.000 persone si sono radunate per una manifestazione pacifica. Dapprima a Freiheitsplatz nel centro della città, dove la Federazione tedesca dei sindacati (DGB) e numerose iniziative di Hanau hanno convocato il raduno. I nomi delle vittime sono stati letti più volte. Dopodiché il corteo si è spostato verso il luoghi dove è avvenuta la strage. Presenti anche i familiari delle vittime, uno di loro ha dichiarato «La ferita non guarirà, ma la solidarietà ci aiuta». Ha partecipato anche Cem Özdemir, del partito dei Verdi, il quale ha dichiarato «spero che quest’anno passi alla storia come l’anno in cui la repubblica prende sul serio il radicalismo di destra».

Proteste anche a Berlino, dove più di 3000 persone si sono riunite a Hermanstraße e circa 500 davanti la porta di Brandeburgo

Altre proteste pacifiche si sono verificate nelle città vicine come per esempio a Marburgo, dove circa 4.500 persone hanno partecipato. I politici di tutti i partiti della città, ad eccezione dell’AfD, hanno guidato una marcia silenziosa attraverso il centro di Marburg. Anche a Idstein (Rheingau-Taunus) la gente ha mostrato le sue bandiere contro la destra in un rally. L’alleanza “Idstein rimane colorata” ha invitato i cittadini a partecipare a una veglia davanti al municipio. A Berlino circa 3200 persone si sono radunate a Hermanstraße, il corteo si è spostato lungo la Sonnenallee. I manifestanti hanno portato manifesti con scritte come “Il terrore di destra minaccia la nostra società” o “Nessun permesso di soggiorno per nazisti e razzisti”. Anche la SPD federale ha indetto una veglia commemorativa alla Porta di Brandeburgo. La polizia ha parlato di oltre 500 partecipanti che hanno formato una catena umana. Non sono stati fatti discorsi, e le vittime della strage sono state ricordate in silenzio.

La dinamica della strage avvenuta mercoledì scorso

Il killer ha agito intorno alle 22, dapprima è entrato nello  Shisha-Bar “Midnight” di Heumarkt e ha fatto fuoco lasciando morti e feriti. Dopodiché è fuggito con la sua auto e si è recato in un altro bar dove ha sparato ad altre persone. Infine è tornato a casa, ha ucciso sua madre e si è suicidato. Per la strage ha usato due pistole, una Walther PPQ e da una SIG Sauer P226, quest’ultima è un’arma in dotazione delle forze speciali nel Nordreno-Vestfalia. 

Leggi anche:”Chi sono il killer e le vittime della strage di Hanau

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Picture: screenshot from Youtube 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *