Franz Mesmer, il tedesco che provò a spiegare l’ipnosi e creò il mesmerismo

Accesi sostenitori come Maria Antonietta di Francia contro scettici come Benjamin Franklin: il discusso trend dell’ipnosi di Mesmer del XVIII secolo

Lo descrivono come un dottore alto e sorprendente con uno sguardo insolitamente penetrante, ipnotizzava i suoi pazienti. Ma quest’uomo, in realtà, è un guaritore o un ciarlatano?

Tra Vienna e Parigi del 18º secolo infiamma un grosso dibattito. Nel frattempo, il medico tedesco Franz Anton Mesmer porta avanti la sua rivoluzione. Con una bacchetta in mano, riporta Nationalgeographic.com, cammina silenzioso su e giù. Una bacinella d’acqua magnetizzata al centro della camera. I pazienti, la circondano. Lo scricchiolio di un’armonica di vetro e il profumo d’incenso completano l’atmosfera. Al tocco di Mesmer, i pazienti cadono in preda di una trance simile a deliri e convulsioni. Si tratta della tanto discussa ipnosi, rivoluzionario trattamento “medico” del secolo. Laureato in medicina e filosofia, Mesmer è considerato il precursore dell’ipnosi e le sue sue teorie diedero vita al mesmerismo. Teorie che però non hanno alcuna base scientifica e non hanno niente a che vedere con la scienza medica. Il metodo Mesmer, elaborato sulla tesi secondo la quale il corretto funzionamento dell’organismo umano è garantito dal flusso armonioso si un “fluido” fisico che lo attraversa e che tale fluido si indentifica con la forza magnetica. Il suo metodo di cura consisteva nell’applicazione di calamite su parti del corpo in cui egli riteneva fosse presente il blocco del fluido in questione. L’insolito trattamento comincia ad essere applicato nel 1774. La prima paziente sottoposta fu la ventottenne Franziska Österlin. Con sintomi tra otalgia e depressione, a nulla servirono i tradizionali sfregamenti e sanguinamento. Mesmer opta per altro. Ispirandosi al gesuita ed astronomo Maximilian Hell, anche Mesmer decide di utilizzare magneti per il trattamento dei suoi pazienti. Grazie alla nuova terapia magnetica, Franziska Österlin è dichiarata guarita.

Il metodo Mesmer

Non c’è dubbio che la forza di gravità della terra e degli astri influisca sul corpo umano. Dissertando la sua tesi, Mesmer rielabora questo principio. Secondo la nuova teoria, non è questione di gravità esterna. Bensì è quella interna a rendere possibile il rivoluzionario fenomeno. Un nuovo principio di gravità che Mesmer definisce “gravità animale”. L’equilibrio psicofisico dipende da un fluido invisibile presente in tutti gli esseri viventi. Se bloccato, genera patologie. La salute può essere recuperata se esposti a conduttori di magnetismo animale. I magneti di padre Hell non bastano. Per Mesmer, non tutti sono efficaci per riacquistare l’equilibrio perduto. Sono necessari precisi magneti. Questo, però, non convince gli altri scienziati, che criticano aspramente le tesi del dottor Mesmer.

1777, Vienna. Altra grande occasione del dottor Mesmer per provare la sua teoria. Ceca sin dall’infanzia, la pianista diciottenne Maria Theresa Paradis è sua nuova paziente. Nulle le cure dei più prominenti medici viennesi come sanguisughe o scariche elettriche direttamente sugli occhi. Con il suo metodo alternativo, Mesmer era convinto di aver recuperato parzialmente la vista della sua paziente. Paradis, infatti, sembrava spaventata nell’intravedere volti umani. La fanciulla, inoltre, riusciva ad imitare le espressioni di alcune figurine. Questo, però, non bastò a raccogliere il consenso della scienza. Ciarlatano ed impostore. Queste le accuse di un triunvirato. Preoccupato per la carriera di sua figlia, anche il padre della fanciulla cominciò a tirarsi indietro. La stessa Maria, non sopportava più tutta quella pressione. Mesmer, però, non cede e invita alla pazienza. Tutti devono ammirare il prodigio. Una volta tornata a casa, tuttavia, Maria è ancora ipovedente. Per Mesmer è l’ennesimo fallimento.

Mesmer, svolta e declino a Parigi

Bisognerà attendere il 1778 per la svolta decisiva. Trasferitosi a Parigi, le nuove teorie di Mesmer trovano accoglienza nella Ville Lumière. Fin ora deriso e rifiutato, il dottor Mesmer si trovò a dover curare ben 20 pazienti al giorno. Una tipica seduta diventa molto suggestiva. I pazienti si sistemano attorno alla bacinella con acqua ed oggetti magnetizzati da Mesmer stesso. Silenzio tombale. La tensione palpabile. Mesmer in persona allenta la tensione con il suono della sua armonica. Chiede ad ogni paziente di esprimere la sua malattia. La crisi esplode, comincia lo stato di trance. I più gravi vengono portati nella “sala delle crisi” per calmarsi. Nella sala dell’ipnosi regna di nuovo la pace. I pazienti rimasti ringraziano e cadono ai piedi del dottore. Questo è il frutto di nuove sperimentazioni. La combinazione tra luce soffusa, musica e movimenti su e giù del dottore portano alla prima forma di ipnosi. Nasce, così, il mesmerismo.

In tutta la Francia si diffondono comunità scientifiche che adottano il metodo mesmeriano, che verrà molto discusso anche in Germania (1810). Nuove difficoltà per il dottor Mesmer arrivano con la rivoluzione francese, che comprometterà il suo successo. I legami con prominenti medici del tempo vengono, dunque, interrotti. Deluso e stanco, Mesmer si ritirerà nuovamente nel cantone svizzero Thurgan. Dimenticato dalla comunità scientifica vivrà senza nemmeno una pensione. Sino a quel momento di ciò se n’era occupato lo stato francese. Tuttavia era abbastanza ricco per permettersi una vita agiata. All’età di 75 anni viene riscoperto dal medico svizzero Zugenbühl. L’incarico è la gestione di una clinica magnetica berlinese. Mesmer, però, avanti con l’età, rifiuta. Morirà il 5 Marzo 1815 a Meersburg, dove giace la sua tomba.

Mesmerismo, ipnotismo e magnetismo animale: rivoluzione medica o inganno premeditato?

Magnetismo animale, fuoco della vita. Questa l’energia dell’universo. Un’energia che si trova anche nell’essere umano. La salute dipende dall’equilibrio di questa energia. Se si blocca causa malattie. Grazie al suo eccesso di magnetismo animale, il magnetizzatore riavvia il flusso di energia bloccato. Questo è accompagnato da una vera e propria crisi con convulsioni e varie manifestazioni. Questa l’origine dell’ipnosi. Studiosi del 19º secolo hanno approfondito le manifestazioni del magnete. Successivamente si sono riappropriati delle tecniche del dottor Mesmer. Questo dimostra come la moderna ipnosi derivi dal mesmerismo. Le moderne tecniche dell’ipnosi, inoltre, cercano di motivare scientificamente questa origine. Il mesmerismo, infatti, è stato il primo tentativo di spiegare il fenomeno dell’ipnosi. Per la scienza, però, risultava troppo mitologico, teatrale e poco credibile. Dopo un iniziale successo, il fallimento con la cecità della giovane pianista Paradis fu una catastrofe per Mesmer. Critiche, derisioni, ciarlataneria portarono Mesmer a cercare fortuna altrove. Il riscatto arrivò proprio a Parigi. Qui, infatti, il successo del dottor Mesmer fu immediato. Tra i prominenti colpiti da queste nuove tecniche esotiche addirittura la regina Maria Antonietta. Numerose le cliniche francesi che adottarono le tecniche ipnotiche di Mesmer. La suggestiva seduta del dottor Messer divenne una vera e propria terapia di gruppo. Un timido successo viennese, la rivincita francese e la riscoperta dell’ipnosi dopo il ritiro in Svizzera, non scoraggiarono mai gli scettici. Primo fra tutti il fisico Jan Ingenhousz. Sul caso Österlin, Ingenhousz è convinto che la paziente risponda soltanto agli oggetti che crede siano magnetici. O quanto meno legati al dottor Mesmer. Per questo, lo denuncia per frode. Scettico anche il panorama scientifico francese. Nel Marzo del 1780 re Luigi XVI costruirà una vera e propria commissione scientifica. L’obiettivo è provare le basi scientifiche delle tecniche adottare dal dottor Mesmer. Per la commissione, pura follia. Niente dubbi, però, sull’efficacia del trattamento.

Le applicazioni attuali del Mesmerismo

Dopo un lungo rifiuto da parte della medicina ufficiale, il mesmerismo sta ritrovando nuove applicazioni terapeutiche. Oggi il Mesmerismo sta, infatti, tornando alla ribalta con le sue diverse applicazioni che, lungi dal limitarsi a quelle di rimedi naturali efficaci, si estendono anche al campo dello sviluppo e crescita personale. Oggi il mesmerista è colui che è in armonia con la Natura. Ciò implica che il soggetto in questione abbia affrontato un percorso di “reintegrazione corporea” che lo ha portato a vivere in uno stato di serenità. Come se fosse un vero e proprio “magnete vivente”, sprigiona energia, vitalità ed equilibrio, oltre a essere portatore di benessere.

Leggi anche: Einsteinturm, l’osservatorio “di Einstein” appena fuori Berlino firmata Mendelsohn

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay -© geralt/22218 CCO

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *