Coronavirus, a causa di un incidente la coda di tir e auto per entrare in Polonia è arrivata fino a Berlino

Auto e camion bloccati sulle autostrade dirette al confine con la Polonia. Un ingorgo lungo 50 chilometri è arrivato alle porte di Berlino

Sull’autostrada A12, in direzione della Polonia, un ingorgo di camion ha generato il 18 marzo una coda di auto di più di 50 km  fino a Berlino. Una coda di auto e camion lunga 50 chilometri. La causa è stata un incidente tra Storkow e Fürstenwalde (Oder-Spree), in cui sono stati coinvolti tre camion. Nella collisione ha perso la vita un autista e un altro è rimasto gravemente ferito. La Polonia è stata tra i primi paesi dell’UE a chiudere i suoi confini in gran parte per prevenire la diffusione del Covid-19. L’inasprimento dei controlli al confine ha portato a una congestione del traffico, soprattutto lo scorso fine settimana. Dopo un’ iniziale restrizione nella giornata di giovedì, le guardie di frontiera polacche non hanno più dovuto compilare tutti i moduli burocratici per i viaggiatori e ciò ha fatto sì che il traffico tornasse regolare. Come annunciato dal governo di Varsavia, le guardie polacche hanno notevolmente ridotto i controlli.

Tutte le autostrade si bloccano per l’afflusso sempre maggiore. Il governo del Brandeburgo invita i cittadini a non mettersi alla guida

Ingorghi, code e disagi hanno investito quasi tutte le autostrade tedesche in direzione del confine polacco. Sull’autostrada A11, vicino Pomellen (Vorpommern-Greifswald), si sono formate diverse code da uno e più chilometri. Anche sull’autostrada A14 in direzione Görlitz, si sono generati frequentemente ingorghi di auto e camion. La distanza temporale dal confine varia di giorno in giorno. Quando le auto sono costrette a rallentare, o fermarsi, a 30 chilometri dal confine, quando a 60. Un ingorgo lungo 41 chilometri sulla A11 in direzione di Stettino e uno lungo 8 sulla A15 in direzione di Forst hanno richiesto l’intervento della polizie. Il governo di Brandeburgo si è appellato ai cittadini affinché non si mettano alla guida in questi giorni di caos.

Leggi anche: Come Ischgl, l’Ibiza delle Alpi austriache, ha portato il Coronavirus in molte parti d’Europa

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, scrivi a info@berlinoschule.combanner scuola berlino schule

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Immagine di copertina: screenshot da Youtube

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *