Tampone a pagamento Covid https://www.flickr.com/photos/30478819@N08/50894835952 Copyright: Flickr CC BY 2.0

Germania, numerosi centri test Covid indagati per truffa

In diversi Stati tedeschi sono state avviate indagini nei confronti di centri per test Covid-19 accusati di aver frodato lo Stato

Dall’8 marzo il Governo tedesco ha reso gratuiti i test rapidi per il Covid-19. Per garantire la gratuità dei test la Germania ha previsto un rimborso fino a 18 euro per ogni tampone effettuato dai centri. Recentemente le autorità di diversi Länder hanno avviato indagini contro numerosi centri, rei di aver gonfiato i numeri dei test eseguiti per ottenere maggiori somme di denaro dal Governo. La facilità con cui è stata eseguita tale frode è stata spiegata da alcuni media che hanno riportato il fatto di come le aziende non debbano fornire documenti certificanti le persone che siano state testate. È infatti sufficiente inviare solamente il numero di test eseguiti per ricevere il corrispettivo dal Governo. Per evitare ulteriori frodi i Ministri della salute federale e statali stanno pianificando requisiti più severi con nuove norme nell’ordinanza sui test.

Le indagini avviate dalla procura

Secondo le notizie riportate da The Local sono diverse le aziende che hanno ricevuto la visita della procura. I controlli sono stati effettuati a sorpresa in una società nella città nord-occidentale di Bochum venerdì scorso, mentre a Lubecca, i procuratori hanno aperto un’indagine per frode contro un centro test. A Colonia, invece, le autorità hanno effettuato un controllo a sorpresa in un centro sospettato di frode. La città di Munster ha revocato la licenza di una società che gestiva circa 50 centri test Covid. Il Ministro della salute Jens Spahn ha detto che introdurrà controlli a sorpresa più severi. I media locali hanno sollevato dubbi su alcune strutture sanitarie accreditate e quindi autorizzate a eseguire test rapidi.

L’inchiesta dei giornalisti

Sono stati alcuni giornalisti ha scoprire le frodi, contando il numero di persone che si sono recate nei centri per effettuare il test. Hanno poi confrontato questi numeri con quelli che le aziende hanno presentato al Governo per essere rimborsati. Secondo l’inchiesta, un centro avrebbe dichiarato di aver effettuato 422 test, quando solo un centinaio di persone avevano usufruito del servizio. Un altro centro ha chiesto il rimborso di 1.743 test svolti in un solo giorno, quando solamente 550 persone si erano presentate. Il numero di posti che offrono test Covid-19 gratuiti si è moltiplicato da quando il Governo ha introdotto i tamponi gratuiti. Secondo i dati solo nella regione del Nord Reno-Westfalia ce ne sono attualmente quasi 8.000, mentre la capitale Berlino ne conta più di 1.200.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Fonte Copertina: Tampone Covid  Copyright: Flickr CC BY 2.0