Brexit, la banca tedesca N26 non opererà più in Gran Bretagna

Per la metà di Aprile la banca online tedesca N26 chiuderà tutti i conti inglesi. A soli 18 mesi dall’arrivo sul mercato britannico, la banca chiuderà gli oltre 200 mila conti attivi nel Regno Unito

Ad una settimana dall’ufficializzazione della Brexit, la banca N26 ha deciso di abbandonare il mercato britannico proprio a causa degli esiti incerti delle negoziazioni tra Londra e il resto dell’Europa. La banca fa sapere che entro il prossimo 15 Aprile chiuderà gli oltre 200 mila conti attivi nel Regno Unito. La società era presente sul mercato britannico da appena 18 mesi con circa una dozzina di dipendenti. Entro quella data i correntisti sono invitati a spostare i propri risparmi su altre banche. La questione centrale riguarda le licenze. La banca tedesca non potrà più operare con la licenza europea ma avrà bisogno di una nuova licenza da Londra. Gli accordi con le autorità economiche britanniche garantiscono una fase di transizione che mette le società finanziarie europee nella condizione di poter operare normalmente fino al 31 dicembre. Come riporta The Guardiannonostante le società avranno 3 anni di tempo per richiedere una licenza, N26 è convinta che i costi siano ormai superiori ai benefici del rimane in UK.

Dopo la Brexit molte aziende si preparano a divorziare dal Regno Unito.

Quello della banca tedesca è solo l’ultimo episodio di società finanziarie che decidono di rivedere i loro rapporti con il Regno Unito in seguito alla Brexit. Molti gruppi bancari e finanziari, anche britannici, hanno già spostato circa 800 miliardi di sterline dei loro asset fuori dal paese per salvaguardare il proprio business futuro, come riportava il mese scorso la Cnn. Sony, Dyson e il gruppo ingegneristico tedesco Schaeffle, sono solo alcune delle grandi società che hanno deciso di divorziare dal Regno Unito. Tante altre prevedono la stessa fine, in questi mesi che costituiranno il cosi detto “periodo di transizione”. Questo lasso di tempo infatti genera troppe incertezze e non tutti sono disposti a prendersi il rischio

La banca N26

La banca online tedesca N26 viene fondata nel 2013 da Maximilian Tayenthal  e Valentin Stalf. Con la sua applicazione permette ai suoi clienti di gestire il conto corrente dal proprio smartphone, con un servizio clienti tramite chat 7 giorni su 7. Ad oggi sono presenti in 80 nazioni diverse con 1500 dipendenti. Ha uffici a Berlino, Barcellona, Vienna, New York e San Paolo. La banca conta più di 5 milioni di clienti, che dal prossimo Aprile saranno 200 mila in meno.

Leggi anche: 1 milione di bambini in Germania vivono grazie al sussidio di disoccupazione dei genitori

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Immagine di copertina: pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *