Berlino si prepara a chiudere un suo aeroporto

A causa della crisi del Coronavirus uno degli aeroporti di Berlino potrebbe chiudere

Sono molte le compagnie aeree che, in seguito alle restrizione governative adottate da molti paesi, hanno deciso di annullare voli  e di non programmarne di nuovi. Fra tutti, anche l’aeroporto di Berlino ha pertanto registrato un forte crollo. Per ridurre i costi che una struttura così grande deve comunque mantenere, la Berlin Airport Company (FBB) sta valutando di chiudere temporaneamente uno dei due aeroporti di Berlino, quindi Schönefeld oppure Tegel. «Abbiamo assistito ad un crollo radicale del traffico aereo», ha confermato il capo dell’aeroporto Engelbert Lütke Daldrup. «Bisogna vedere come posso bilanciare costi e ricavi» ha detto prima di annunciare la soluzione che sta pensando di adottare.

 

Aeroporto di Berlino Tegel. Foto di Bernd Marczak da Pixabay

Una misura necessaria

Il portavoce del gruppo parlamentare per la politica dei trasporti, Daniel Buchholz sostiene che chiudere uno degli aeroporti berlinesi è diventato assolutamente necessario, a causa del loro basso utilizzo e dei requisiti di sicurezza che sono diventati complicati da mantenere. Buchholz ha pertanto proposto la chiusura dell’aeroporto di Tegel, sostenendo che i voli rimanenti sono facilmente trasferibili all’aeroporto di Schönefeld. Questa misura consentirebbe, secondo Buchholz, sia di risparmiare costi considerevoli sia di avere modo di concentrarsi maggiormente sulla costruzione del nuovo aeroporto BER.

Pareri discordanti

Christian Gräff, portavoce della politica economica della CDU, la pensa diversamente. Gräff infatti vede in questa proposta il tentativo di chiudere definitivamente Tegel in vista dell’apertura del BER. Il rischio che si corre però è che il nuovo aeroporto potrebbe non essere operativo in tempo, determinando un forte danno per il turismo dopo la crisi. Inoltre Gräff ha detto che “i voli di trasporto per il cibo, il materiale medico e i voli per i rimpatriati in vacanza dovrebbero continuare ad essere possibili”. Anche il PLR e l’AfD temono che la chiusura dell’aeroporto potrebbe diventare una condizione permanente. Sostengono inoltre che  gli aeroporti debbano restare aperti e garantire il loro servizio. Sicuramente, come ha annunciato il Presidente del Consiglio di Sorveglianza della società aeroportuale, Rainer Bretschneider, una soluzione va trovata. L’FBB è sotto grande pressione a causa dei molteplici rinvii dell’apertura del BER. Tuttavia, il senatore delle finanze Matthias Kollatz (SPD) ha promesso aiuti finanziari alle imprese statali e l’aeroporto potrebbe ricevere fino a 100 milioni di euro di finanziamento dallo Stato.

Leggi anche: Prepariamoci all’idea di non vedere i nostri genitori per tanto tempo, ancor più se abitiamo lontani

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

 

Immagine di copertina: Foto di theinen da Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *