Berlino, guerra della carta igienica. Su eBay a 10 € a pacco e litigi alla cassa

L’esigenza di carta igienica spinge i berlinesi ad ogni tipo di azione

Provocazione, idiozia o cattiveria: non viene certo da sorridere a vedere vedendo l’annuncio su kijiji, ovvero la piattaforma di eBay per acquisti di piccola entità da fare senza spedizioni, nella stessa città), un pacco da 20 rotoli di carta igienica a 10 €. I pacchi a disposizione sono due. Normalmente si trovano a 4.99 € al Supermercato Netto, una catena tedesca di discount.

L’annuncio

Il vero valore del pacco

I video che stanno facendo il giro della Germania

Una cliente contro una commessa: al centro della contesa tre pacchi di carta igienica che non è chiaro se la donna ha “rubato” dal carrello di fronte o se semplicemente le è stato chiesto di non comprarne troppi e lasciarne anche agli altri. Ciò che è sicuro è che il litigio sta facendo il giro della Germania e che alla fine, alla minaccia di chiamare la polizia, la commessa “vince” il faccia a faccia. È il primo di due video che stanno girando per la Germania.

Il secondo riguarda i primi secondi di apertura di un supermercato nella zona Neukolln di Berlino

Non tutti stanno speculando sulla carta igienica

In questi giorni di allarme Coronavirus, la carta igienica sembra essere diventato il bisogno primario di chi vive in Germania, compreso dei berlinesi. È facile trovare gli scaffali vuoti e dovere girare a lungo prima di rifornirsi. Per fortuna l’annuncio da 10 € a pacco di Prenzlauer Berg non è seguito da tutti. Un ragazzo della zona di Marzhan infatti, sempre su kijiji, dichiara che è pronto a regalare carta igienica a chiunque voglia andare a ritirarla da lui. Potete trovare l’annuncio qui.

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, scrivi a info@berlinoschule.combanner scuola berlino schule

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *