100 rifugiati minorenni con le loro famiglie saranno presto accolti in Germania

Bambini e parenti profughi malati lasciano la Grecia e volano a Kassel

Circa 100 migranti minorenni con problemi di salute, insieme  alle loro famiglie, provenienti dai campi profughi greci, arriveranno in Germania venerdì. Lo stato tedesco e quello greco avevano stipulato l’accordo nel mese di marzo. Tuttavia, hanno dovuto rinviare la procedura a causa della pandemia di Coronavirus. Nel mentre, si è scatenata una campagna di protesta contro le condizioni disumane del campo di accoglienza di Moria. Definito un “inferno vivente”, il campo di Moria deve essere urgentemente evacuato. I bambini e i loro genitori atterreranno a Kessel, nella regione del Brandeburgo. Successivamente, come ha annunciato venerdì il Ministero federale degli Interni, i bambini e i loro genitori saranno trasferiti in nove Länder. Secondo un portavoce del Ministero degli Interni tedesco, i paesi d’origine degli immigrati includono l’Afghanistan, l’Iraq, la Somalia e i Territori palestinesi, che saranno sottoposti al processo di richiesta di asilo in Germania.

I profughi sono già stati sottoposti al test per il COVID-19

Secondo quanto dichiarato dal ministero, i nuovi arrivati sono già stati riuniti insieme prima della partenza e testati per il virus Sars-CoV-2. Nonostante la Grecia non sia considerata un focolaio di pandemia, la decisione sulle misure di controllo delle infezioni spetta in ultima analisi ai singoli Stati federali. Il numero totale di migranti in Germania provenienti dai campi sovraffollati delle isole greche dovrebbe raggiungere 928 persone. Tra questi vi sono 243 bambini bisognosi di ricovero ospedaliero che arrivano insieme alle loro famiglie. Come hanno annunciato questa settimana i governi federali, 82 migranti andranno in Baviera, 66 in Renania-Palatinato e 50 nel Baden-Württemberg. Berlino, invece, ha annunciato l’ammissione di 142 persone. Oltre alla Germania, tra gli altri paesi che partecipano alla processo di accoglienza, vi sono Portogallo e Lussemburgo. Anche in questi paesi il procedimento è stata ritardato causa Covid-19.

Leggi anche: Berlino, spari, tamponamenti e fuga a piedi: il video da film dell’incredibile arresto a Neukölln

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram  e  Twitter

Immagine di copertina: Screenshot da Youtube

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *