Fino a 28 milioni di euro per le migliori università del paese: la Germania investe forte sull’istruzione

Una commissione esperta stabilisce quali sono le migliori università in Germania

Il 19 luglio a Bonn una giuria composta da esperti internazionali e ministri dell’educazione e della ricerca ha selezionato le università vincitrici. Dal 1 novembre di quest’anno le università che si sono aggiudicate il titolo di Excellence University riceveranno annualmente dai 10 ai 28 milioni di euro per i prossimi sette anni. Il 75% dei fondi proviene dal Governo Federale e il restante 25% dai 16 stati federati in cui si trovano le rispettive università. Nel tweet qui sotto si può vedere l’elenco dei vincitori:

[adrotate banner=”34″]

L’Excellence University in Germania

Il premio ha come intento quello di promuovere la ricerca e di rendere la Germania meta ideale di studio. L’Università di Bonn, l’Università di Amburgo e la Berlin University Alliance erano state le prime a ricevere il titolo nel 2006. Il secondo e il terzo ciclo di sovvenzioni erano avvenuti nel 2007 e nel 2012. Da gennaio 2019 l’iniziativa ha raccolto 533 milioni di euro l’anno grazie ai contributi del Governo Federale e degli stati federati.

Premiate le università «dell’eccellenza»

La presidentessa del Consiglio di Scienze e Umanistica in Germania (WR) Martina Brockmeier, che fa parte della giuria, ha sottolineato l’importanza dell’eccellenza nell’ambito della ricerca e dello sviluppo del profilo istituzionale delle università. Ha poi aggiunto: «Tutte le università selezionate hanno dimostrato in modo molto convincente che si trovano in una posizione eccellente per quanto riguarda tutti questi aspetti».

Leggi anche: Tredici anni di silenzio e ora nuovo album e tour internazionale: i catanesi Uzeda arrivano a Berlino

[adrotate banner=”39″]
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

Immagine di copertina: università, ©nikolayhgCC0, on Pixabay

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *