Berlino, treno con centinaia di tifosi prende fuoco. Tre feriti

A Berlino è andato in fiamme un treno che trasportava alcuni tifosi. Il treno è stato evacuato, tre i feriti

Un treno privato organizzato appositamente per il trasporto dei tifosi del FC Friburgo nella capitale tedesca ha preso fuoco poco prima di partire alla stazione Bellevue di Berlino sabato 19 Ottobre 2019. Tra i 760 passeggeri ci sono stati tre feriti vittime dell’inalazione di fumo, nessuno in pericolo di vita come riferito dai vigili del fuoco alla Deutsche Presse-Agentur. La polizia ha dichiarato che la causa è stata un guasto tecnico del treno verificatosi alla partenza dalla stazione.

[adrotate banner=”34″]

L’incendio

I tifosi della squadra FC Friburgo erano di ritorno a casa, dopo la partita di Bundesliga di sabato sera contro l’Union Berlin .Nonostante la possibilità di dormire nella zona VIP dello stadio e tornare il giorno dopo in Baden-Württemberg, i tifosi ospiti deciso di ripartire già in nottata. Poco dopo la partenza, in uno dei vagoni è divampato però un incendio visibile in buona parte del centro cittadino. Tutti i vagoni sono stati evacuati assieme a due treni vicini anche loro presto avvolti dalle fiamme. La polizia locale ha twittato un video del vagone in fiamme e la risposta dei vigili del fuoco.

La partita

Il match di sabato 19 Ottobre ha visto in competizione la squadra della capitale Union Berlin e quella dell’estremo Sud della Germania FC Friburgo. La partita, disputata allo Stadion An der Alten Försterei, ha decretato la vittoria della squadra berlinese con un risultato di 2-0. Durante il viaggio di ritorno, i tifosi del FC Friburgo hanno assistito ad un doloroso incendio. Fortunatamente nessuno ha rischiato la vita.

Leggi anche: Germania, muore un bambino buttato sotto i binari del treno

[adrotate banner=”39″]

banner scuola berlino schule

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

Immagine di copertina: Fire, ©12019, CC0 on Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *