Basilicata, c valtercirillo, https://pixabay.com/it/photos/maratea-basilicata-italia-1950987/

5 ragioni per visitare la Basilicata

Per un viaggio alla scoperta dei piccoli borghi sconosciuti, terre e segreti nel cuore dell’Italia, noi vi consigliamo un viaggio on the road in Basilicata. Ecco perché

Se sei stanco di passare i tuoi giorni di ferie in giro per chiese e musei o su una sdraio in riva al mare (magari spendendo anche più di quello che vorresti!), un viaggio in Basilicata è quel che fa per te. Regione da sempre poco valorizzata, la Basilicata saprà sicuramente sorprenderti. Ecco 5 buoni motivi per trascorrere qualche giorno in questa meravigliosa regione del Sud Italia.

1. Craco, il paese fantasma

Immaginate di arrivare in uno dei borghi e non trovare nessuno… letteralmente! Siete sicuramente a Craco, il “paese fantasma” in provincia di Matera. Negli anni Sessanta, a seguito di una frana di vaste proporzioni, la popolazione è stata costretta ad evacuare il territorio, il centro storico si è svuotato e Craco si è trasformata in una vera e propria città fantasma. L’unicità di questa storia e l’estetica del territorio hanno contribuito a rendere Craco, nel tempo, un simbolo dell’immaginario narrativo e una perfetta location per riprese cinematografiche. Il film Basilicata Coast to Coast di Rocco Papaleo, per esempio, è ambientato qui nel 2010. Se siete in due, cinque o dieci non importa: giocare a nascondino avendo a disposizione un intero paesino sarà un’esperienza unica e indimenticabile.

2. Sasso di Castalda

Abitate in città e tutti giorni vedete solo strade, macchine e palazzi? Qualche giorno nella natura fa bene a tutti… ma se si potesse fondere il relax della montagna con l’ebbrezza dell’avventura? Al confine con la Campania, in provincia di Potenza, si trova Sasso di Castalda, un piccolo borgo a 950 metri di altezza che saprà offrirvi un meritatissimo break dal resto del mondo senza rinunciare ad un pizzico d’adrenalina! Potrete scegliere tra il ponte alla luna e le due vie ferrate per sentirvi quasi sospesi nell’aria, tra due montagne, e provare il brivido di arrampicarvi su per le rocce.

3. Dolomiti lucane

Proprio in Basilicata, alle pendici di un tratto dell’Appennino, si trovano due dei borghi più belli della penisola italiana: Castelmezzano e Pietrapertosa. Non è una novità partecipare a sagre e feste tradizionali nei piccoli paesini del sud ma ad attendervi qui, nel cuore lucano, non sarà solo il cibo o la musica ma la bellissima esperienza del Volo dell’angelo. Un cavo d’acciaio, sospeso tra le Dolomiti, che collega Castelmezzano e Pietrapertosa. Trenta euro a testa per godere di una prospettiva paesaggistica del tutto nuova, brividi dall’alto ed emozioni che di norma spettano alle sole creature alate: uccelli… ed angeli.

4. Lago Pantano di Pignola

La riserva regionale Lago Pantano di Pignola, in provincia di Potenza, è un’area naturale protetta dal WWF dal 2002. Inoltrarsi lungo il lago è un viaggio alla scoperta di un’oasi di pace, perfetta per gli amanti delle lunghe passeggiate e del birdwatching. 155 ettari di silenzio e bellezze mozzafiato che, con un po’ di fortuna, vi faranno scorgere con i vostri occhi volpi, donnole, cigni, specie rare e in estinzione.

5. Parco della Murgia
Matera la conoscono tutti: è la Città Sotterranea, la Città dei Sassi che dal ’93 la rendono patrimonio dell’Unesco, il primo sito del Sud Italia a ricevere questo riconoscimento. Ma com’era Matera prima di diventare così come la conosciamo oggi? Per scoprirlo non perdetevi le grotte del Parco della Murgia. Zona abitata fin dal Paleolitico, ancora oggi si mantiene intatta e rappresenta il paesaggio originario dell’area dove, in seguito, è nata la città di Matera.

Leggi anche: 10 motivi per visitare l’Armenia

[adrotate banner=”39″]

[adrotate banner=”34″]

Immagine di copertina:  Basilicata, ©valtercirillo, CC0 on Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *