https://pixabay.com/photos/addict-addiction-ashtray-bad-burnt-84430/

“20 cent a cicca di sigaretta”. A Berlino si inizia a parlare di “vuoto a rendere” per i mozziconi

Die Aufheber, l’iniziativa berlinese che invita a raccogliere i mozziconi di sigaretta e promuove la pulizia dell’ambiente

Il sogno del giovane berlinese Stephan von Orlow è vivere in una città più pulita ed ecosostenibile e il suo nuovo progetto è pronto a dichiarare guerra all’inquinamento ambientale, specialmente quello causato dalle cicche di sigarette. Die Aufheber è il nome della sua iniziativa: l’obiettivo è quello di applicare un pfand (un credito a rendere) di almeno 20 centesimi su ogni sigaretta, così da promuovere la raccolta dei mozziconi e la loro restituzione.

[adrotate banner=”34″]

I punti centrali del progetto

Il piano dell’organizzazione è il seguente: un posacenere tascabile e riutilizzabile dovrebbe venir distribuito insieme a ogni pacchetto di sigarette, il cui costo salirà di circa 4 euro (circa 20 centesimi per sigaretta), somma che però verrà restituita al momento della riconsegna del posacenere riempito di mozziconi. La restituzione potrà avvenire in qualsiasi punto vendita di tabacchi, che provvederà a raccogliere le cicche e reciclarle. Un’idea semplice ma che potrebbe rivelarsi molto efficace, una strategia gestibile sia per i fumatori, sia per chi produce sigarette. Il progetto è ancora in fase iniziale: eppure la petizione che Stephan von Orlow sta portando avanti ha già quasi raggiunto le 50.000 firme, e la sua pagina Facebook ha oltre 1000 seguaci. Il passo successivo è raggiungere i vertici politici e i grandi industriali.

L’importanza della salvaguardia ambientale

Oltre 200 milioni di sigarette vengono fumate ogni giorno in Germania. La maggior parte di queste finisce per terra, in strada, nel verde e prima o poi nelle nostre acque. Studi scientifici dimostrano che le tossine disciolte dalle sigarette e la plastica di decomposizione dei filtri rappresentano un notevole pericolo per gli animali e le piante, causando gravi disturbi che possono trasmettersi, di conseguenza, anche a noi. Un singolo mozzicone può inquinare fino a 40 litri di acque sotterranee e un filtro inizia a decomporsi solo dopo 12 anni. Cifre preoccupanti di cui è importante prendere consapevolezza per assumere comportamenti più ecosostenibili e tentare, quindi, di cambiare la condizione ambientale tedesca e di tutto il mondo!

Leggi anche: Berlino finanzia fino a 1000 € chi, per trasporti, usa la bici al posto dell’auto. “Tutela l’ambiente e ci fa risparmiare”

[adrotate banner=”39″]
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]
Immagine di copertina: Sigaretta, ©  PublicDomainPictures, CC0 da Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *