10 città, 4 università: in Germania si completa RS1, l’autostrada per bici da 101 km

La tabella di marcia procede spedita: a metà 2020 dovrebbe essere inaugurata l’RS1 (Radschnellweg Ruhr), l’autostrada per bici più lunga di tutta la Germania

101 km di autostrada per bici tra Dortmund e Hamm: saranno pronti, salvo imprevisti, a maggio 2020. Il progetto è sempre più vicino alla conclusione con brevi tratti già inaugurati. Il nome ufficiale è Radschnellweg Ruhr, sintetizzato semplicemente in RS1, e si propone di creare un collegamento “a pedali” per il milione e 65mila persone che vivono nell’omonima zona tedesca. La pista parte da Duisburg e, dopo aver attraversato i centri o i quartieri universitari di Mülheim an der Ruhr, Gelsenkirchen, Dortmund, Unna, Jamen e Bergkamen, arriva a Hamm. L’aspetto più interessante del progetto è che per realizzarlo si stanno utilizzando strade, percorsi e linee di traffico già esistenti come ex binari ferroviari e percorsi di argini del canale.

RS1, la pista ciclabile

Il nuovo tipo di piste ciclabili è largo circa quattro metri (13 piedi), ha corsie di sorpasso e attraversa le normali strade per auto con cavalcavia e sottopassaggi. I sentieri sono illuminati e sgombrati dalla neve in inverno. «Quasi due milioni di persone vivono nel raggio di due chilometri dal percorso e saranno in grado di utilizzare sezioni dell’autostrada ciclabile per i loro spostamenti quotidiani», ha affermato Martin Toennes del gruppo di sviluppo regionale RVR.

Rs1, l’autostrada di 101 chilometri per pendolari, turisti e chiunque cerchi di pedalare velocemente tra Hamm e Duisburg

L’idea di un’autostrada per biciclette è nata già nel 2010 con un esperimento/evento: portare tre milioni di persone sull’autostrada A40 tra Dortmund e Duisburg a piedi o in bici. Ebbe successo e così si diede il via al progetto: 101 chilometri di pista ciclabile che attraversano dieci città della regione industriale Ruhr. Nel 2015 sono state inaugurate le prime tre miglia del percorso.

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Photo Cover: © Rs1.Ruhr – Courtesy

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *