Kippah, ©https://pixabay.com/it/photos/uomo-ebraica-zucchetto-kippah-3274012/

Berlino, turista aggredito perché parlava ebraico

A Berlino lo scorso lunedì mattina, davanti a un night club nel quartiere di Friedrichshain-Kreuzberg, un uomo ha picchiato un turista israeliano

Durante le prime ore di lunedì 9 settembre un uomo ha ferito gravemente un turista israeliano di 21 anni mentre parlava ebraico con un gruppo di amici. Secondo quanto riporta il giornale The Jerusalem Post, un uomo d’identità sconosciuta, ha attaccato e colpito in faccia un turista israeliano davanti al rinomato locale berlinese Matrix. La polizia ha definito l’aggressione come una lesione corporale a sfondo antisemita.

La ricostruzione dell’aggressione

Secondo le testimonianze riportate da The Jerusalem Post, l’israeliano stava parlando ebraico con altri tre ragazzi quando è stato colpito in faccia da un uomo, causandogli gravi lesioni al volto. In seguito, l’aggressore è immediatamente fuggito. La polizia sta indagando sull’identità del colpevole. Secondo le testimonianze rilasciate dagli amici della vittima, l’aggressore potrebbe essere di origine araba. In seguito all’accaduto, il sindaco di Berlino Michael Müller ha dichiarato sui social che ritiene oltraggioso e scandaloso quanto è successo lunedì mattina. In seguito ha affermato che i colpevoli devono essere rapidamente arrestati.

Berlino e le ideologie antisemite

Purtroppo questa terribile aggressione non sembra essere la prima in Germania. Il ministero degli Interni della Germania ha osservato che dal 2001 ci sono stati quattro reati antisemiti ogni giorno. Ad agosto due uomini hanno sputato e insultato in arabo il rabbino Yehuda Teichtal di Berlino. Nello stesso mese, a Monaco, un uomo e una donna hanno insultato un rabbino e i suoi due figli. Secondo un rapporto parlamentare federale sull’antisemitismo, il 40% dei tedeschi ha ideologie antisemite. Lo scorso venerdì l’ambasciatore americano Richard Grenell ha incentivato la cancelliera Angela Merkel a far sciogliere il partito politico libanese Hezbollah, ossia Partito di Dio, che in Germania diffonde ideologie antisemite. Già a maggio 100.000 membri del Consiglio centrale degli ebrei in Germania avevano invitato la Merkel a sciogliere Hezbollah, ma la Cancelliera aveva respinto la richiesta.

Leggi anche: Migliaia di persone sfileranno a Berlino con la Kippa per protestare contro la crescita dell’antisemitismo

banner scuola berlino schule

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: Kippah, ©MabelAmber, CC0 on Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *