ketamina bari berlino

Un giovane ha viaggiato da Berlino a Bari con 700 g di ketamina, ma il suo nascondiglio non era geniale…

Il giovane nascondeva la sostanza di vasetti di crema per il corpo. Adesso su di lui grava l’accusa di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

Un 26enne di Bisceglie residente in Germania è stato arrestato all’aeroporto di Bari dopo essere stato sorpreso con 700 grammi di ketamina in cristalli. Il giovane era appena atterrato all’Aeroporto Karol Wojtyła di Bari con un volo proveniente da Berlino.

L’accaduto

La sostanza in questione di norma è inodore e incolore. A volte si presenta sotto forma liquida, dunque confondibile con l’acqua, altre volte sotto forma di cristalli, come nel caso in questione. Il ragazzo nascondeva la sostanza in vasetti di crema per il corpo all’essenza di pino selvatico. Stando a quanto riportato su La Gazzetta del Mezzogiorno, i militari aprendo le confezioni di crema sono stati insospettiti dall’assenza di profumo della sostanza contenuta nei vasetti. Hanno dunque esaminato il contenuto tramite il narcotest, che è risultato positivo. Si tratta di 700 grammi di Ketamina, l’equivalente di circa 1200 dosi per un valore complessivo di 20mila euro circa.

[adrotate banner=”34″]

Ketamina: rischi di assunzione

La sostanza, nel gergo chiamata K o super K, è utilizzata in ambito medico- specie nella medicina pediatrica- e in veterinaria come anestetico dissociativo. Per quanto riguarda l’uso ” non medico” viene assunta per via orale, o iniettata oppure inalata se trasformata in polvere. Sono molti purtroppo di casi di malessere causati dall’uso-abuso di questa sostanza per scopi non medici. L’ultimo caso risale a pochissimi giorni fa- riporta Piacenza24– quando un 24enne di Piacenza è stato trasportato d’urgenza al pronto soccorso per un’overdose di Ketamina causato dal mix con l’acol. La sostanza infatti, assunta in concomitanza con le bevande alcoliche, può portare effetti collaterali anche gravi, come il collasso. Il giovane adesso, si troverebbe fortunatamente fuori pericolo.

[adrotate banner=”39″]

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *