Quarantena in Germania, il video auto-ironico di un uomo che canta sul balcone e viene offeso dai vicini

Un auto-ironico video dimostra il diverso approccio alla socialità e vicinanza tra Italia e Germania

Cosa significa fare la quarantena in Germania? Lo mostra un video satirico realizzato dal canale Freshtorge in cui un uomo prova a cantare la celebre 99 Luftballons di Nena dal balcone su ispirazione da quanto fatto in tante città e cittadine italiane dove da giorni tanti vicini si affacciano per cantare tutti assieme. Certo, la canzone scelta dal tedesco sa un po’ di provocazione se si legge attentamente il testo, ma la velocità degli insulti che l’uomo riceve è tale che fa pensare che qualsiasi altra cosa avesse intonato avrebbe ricevuto la stessa reazione. Vero o no che sia il video, fa comunque sorridere e sta dando modo a tanti tedeschi di ironizzare sugli stereotipi legati al proprio paese (potete leggerne qui) e allo stesso tempo lodare il modo tutto italiano di stare assieme.

Il video dell’uomo che canta dal balcone in Germania

Siamo nel cortile interno di un palazzo tedesco. Bastano tre versi e già le offese sono tante e tali che non si può continuare. “Hast du etwas zeit für mich” inizia a cantare l’uomo (“Hai un po’ di tempo per me”) che già si sente intimare un Fresse che sta per “Ti spacco il muso”. Al “Dann singe ich ein Lied fuer Dich”  e cioè “Allora ti canto una canzone” ecco un Ruhe! (Quiete!) e un più minaccioso “Qui scatta una denuncia” (Das gibt ne anzeige). Al terzo verso, Von 99 Luftballons, ecco il richiamo alla regola “È ora di pranzo” (Mittagstunde), riferendosi all’orario in cui normalmente è proibito far rumori che disturbano i vicini. Si prosegue con Stai zitto, Rispetta le regole del condominio e Chiamo la polizia, prima che l’uomo, indispettito, gridi la sua irritazione e smetta di cantare.

Un video per capire cosa succede sui balconi italiani in questi giorni

 

banner scuola berlino schule

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

5 commenti
  1. FABRIZIO
    FABRIZIO dice:

    Mi unisco al commento di Giulia…anche se io non avrei proprio usato la parola “ironico”….Mi scuso già anticipatamente per lo sfogo qui di seguito!!
    Qui si vuole fare una vera e propria parodia del fenomeno sociale italiano delle “balconate cantanti” (e permettetemi di dirmi BELLISSIMO fenomeno sociale, in cui si può godere a pieno della grande virtù italiana di trovare un sorriso e solidarietà nell’unione, anche se per pochi minuti, laddove potrebbe esserci – o ferse già c’è – angoscia e malinconia…sicuramente anche i cugini spagnoli si sarebbero spinti a tanto!!). Mi auguro fortemente che l’ideatore di questa parodia non avesse indirizzato l’ironia nei confronti degli italiani, ma proprio nei riguardi dei propri concittadini tedeschi…che già non hanno balconi…e se ce li hanno…sicuramente non me li vedo proprio a unirsi in una sol voce e a dar vita ad alcuni attimi di pura tenerezza!!! Spero che qui non si arrivi alla crisi italiana, ma qualora fosse, mi auguro fortemente che questa città e i suoi cittadini tedeschi riescano a farmi ricredere. Gutes virusfreies Leben an allen!!!

    Rispondi
  2. Antonio Massari
    Antonio Massari dice:

    Si volevo dirlo anch’io, come al solito è la classica presa per il chiùl da parte dei tedeschi, fossi in voi correggerei li tiro di questo articolo.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *