La Società Dante Alighieri Berlino cerca esaminatore per certificazione PLIDA (italiano per stranieri)

La Società Dante Alighieri Berlino e.V cerca un/a esaminatore/esaminatrice per la commissione che rilascia i certificati PLIDA

La Società Dante Alighieri Berlino e.V. cerca residenti a Berlino laureati in Linguistica, Filologia moderna, Lettere, Lingue e Letterature Straniere, o Lingue e Letterature Moderne Europee per ricoprire il ruolo di Esaminatore nella Commissione PLIDA (Certificazione di livello di Lingua italiana per stranieri). La collaborazione consisterà in un impegno saltuario, 3 o 4 volte l’anno, in concomitanza con le sessioni d’esame.

Oltre all’ottima conoscenza della lingua italiana (madrelingua o livello non inferiore al livello
C1 del “Quadro comune europeo di riferimento per le lingue”, attestato da una certificazione
riconosciuta dallo Stato italiano) l’esaminatore deve possedere almeno uno dei seguenti
requisiti:
– Laurea Magistrale in Linguistica (LM-39) (o equipollente), con almeno 24 CFU nei settori
scientifico-disciplinari L-LIN/01 (Glottologia e linguistica), L-FIL-LET/12 (Linguistica
italiana), L-LIN/02 (Didattica delle lingue moderne) o con certificazione di competenza in
didattica dell’italiano L2 (CEDILS, DITALS II, DILS-PG) o con lettorato di italiano presso
un’università straniera della durata di almeno un anno;
– Laurea Magistrale (o di vecchio ordinamento) in Filologia Moderna (LM-14) o in Lingue e
Letterature dell’Africa e dell’Asia (LM-36) o in Lingue e Letterature Moderne Europee (LM-
37), con almeno 36 CFU nei settori scientifico-disciplinari L-LIN/01 (Glottologia e
linguistica), L-FIL-LET/12 (Linguistica italiana), L-LIN/02 (Didattica delle lingue moderne);
– Laurea di Vecchio Ordinamento in Lettere o in Lingue e Letterature Straniere, con almeno
3 esami annuali tra Glottologia, Linguistica generale, Storia della lingua italiana, Grammatica
italiana, Glottodidattica, Didattica delle lingue moderne e con certificazione di competenza in
didattica dell’italiano L2 (CEDILS, DITALS II, DILS-PG) o con master di I o II livello in
didattica dell’italiano L2 o con lettorato di italiano presso un’università straniera della durata
di almeno un anno;

– Laurea Magistrale in altra disciplina, con almeno 36 CFU nei settori scientifico-disciplinari
L-LIN/01 (Glottologia e linguistica), L-FIL-LET/12 (Linguistica italiana), L-LIN/02
(Didattica delle lingue moderne) e con almeno uno tra: certificazione di competenza in
didattica dell’italiano L2 (CEDILS, DITALS II, DILS-PG); master di I o II livello in didattica
dell’italiano L2; lettorato di italiano presso un’università straniera della durata di almeno un
anno;
– Laurea di Vecchio Ordinamento in altra disciplina, con almeno 3 esami annuali tra
Glottologia, Linguistica generale, Storia della lingua italiana, Grammatica italiana,
Glottodidattica, Didattica delle lingue moderne e con almeno uno tra: certificazione di
competenza in didattica dell’italiano L2 (CEDILS, DITALS II, DILS-PG); master di I o II
livello in didattica dell’italiano L2; lettorato di italiano presso un’università straniera della
durata di almeno un anno;
– Abilitazione all’insegnamento dell’italiano nelle scuole pubbliche in Italia o all’estero,
ottenuta con un piano di studio che comprenda almeno 36 CFU nei settori scientifico-
disciplinari L-LIN/01 (Glottologia e linguistica), L-FIL-LET/12 (Linguistica italiana), L-
LIN/02 (Didattica delle lingue moderne) o 3 esami annuali tra Glottologia, Linguistica
generale, Storia della lingua italiana, Grammatica italiana, Glottodidattica, Didattica delle
lingue moderne o con certificazione di competenze in didattica dell’italiano L2 (CEDILS,
DITALS II, DILS-PG) o con master di I o II livello in didattica dell’italiano L2 o con lettorato
di italiano presso un’università straniera della durata di almeno un anno.
Altri titoli accademici, italiani e stranieri, ed esperienze professionali pregresse (per esempio
periodi continuati di insegnamento della lingua italiana) saranno valutati di volta in volta
dalla commissione scientifica della certificazione PLIDA.
Per maggiori informazioni sul progetto e per inviare il proprio CV (in italiano) si prega di
scrivere all’indirizzo email info@danteberlin.com entro il 30 novembre.

Per maggiori informazioni sul progetto  e per inviare il proprio cv (in Iitaliano) si prega di scrivere una mail entro il 30 novembre a info@danteberlin.com.

La storia della Società Dante Alighieri di Berlino

Nel 1889, un gruppo di intellettuali guidati da Giosuè Carducci fondò la Società Dante Alighieri. Da allora scopo della Società è «tutelare e diffondere la lingua e la cultura italiana nel mondo, ravvivando i legami spirituali dei connazionali all’estero con la madre patria e alimentando tra gli stranieri l’amore e il culto per la civiltà italiana» . A tal fine, la Dante Alighieri promuove l’insegnamento della lingua italiana, diffonde libri e pubblicazioni, organizza eventi culturali che abbracciano svariati temi e che sottolineano la ricchezza della cultura italiana, assicura la presenza del libro italiano attraverso 300 biblioteche disseminate in tutto il mondo che detengono oltre cinquecentomila volumi. La Società Dante Alighieri di Berlino e.V è stata fondata nel 1956 e collabora con numerose istituzioni e iniziative promosse dalla città. “L’obiettivo è di contribuire e arricchire l’offerta interculturale della vibrante capitale tedesca” spiega il suo presidente Luigi Mercuri. “Ai nostri soci offriamo corsi di lingua ed eventi culturali di vario tipo. Disponiamo inoltre di una ricca biblioteca, il cui catalogo è disponibile anche online”. La storia del comitato della sede berlinese della società  dal 1956 al 1989 è al centro del libro, pubblicato nel 2016 da Fabio Ferrarini: “La Dante a Berlino: Storia del comitato dal 1956 al 1989”.

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *