Germania, uomo trova 500mila € e li dà al comune che, dopo anni, non gli riconosce nessuna ricompensa

Chi trova tiene? Non sempre, secondo un tribunale tedesco. Un giardiniere che ha trovato monete d’oro e contanti mentre lavorava, adesso potrebbe restare a mani vuote

Un uomo che ha scoperto un tesoro di monete d’oro e denaro in Germania potrebbe finire in un nulla di fatto tra le mani, dopo che un tribunale tedesco si è schierato contro di lui. Nel 2016 l’uomo, dipendente di una ditta di giardinaggio, stava ripulendo radici e cespugli in un cimitero a Dinklage, nella Germania nord-occidentale, quando ha trovato contenitori di plastica con all’interno oro e denaro. L’uomo ha immediatamente informato la polizia della sua scoperta. Il giorno seguente, lui e alcuni colleghi hanno trovato tra i cespugli altri contenitori che erano già stati sgombrati e trasportati nel terreno della ditta di giardinaggio. In totale, hanno scoperto oltre € 500.000 in oro e contanti.

Le monete erano state nascoste di recente

Alcune delle monete portavano il timbro del 2016, a indicare che erano state sepolte solo di recente. Tuttavia, i funzionari non sono stati in grado di rintracciare il proprietario originale. L’impiegato della ditta alla fine ha deciso di citare in giudizio il comune della città, che ha preso in custodia il tesoro. Ha sostenuto che, dal momento della scoperta, egli era il proprietario legale dell’oro e del denaro poiché il precedente proprietario non li aveva più richiesti durante i sei mesi successivi alla scoperta. Sebbene la sentenza non riguardi esplicitamente la questione della proprietà, i giudici hanno affermato che la sua causa non avrebbe avuto possibilità di successo. I contenitori, secondo la corte, non sono andati persi: sono stati intenzionalmente nascosti. Pertanto, non si applicherebbe la legge sugli oggetti smarriti.

Nessun tesoro, nessuna ricompensa

La legge tedesca consente a chi trova un “tesoro” di conservarne la metà, ma in questo caso i contenitori sono stati apparentemente sepolti di recente e non possono essere legalmente considerati un tesoro perduto. “Poiché questo non è un oggetto smarrito, bensì volontariamente nascosto, l’uomo non ha nemmeno diritto a una ricompensa”, ha detto la corte. Aggiungendo la beffa al danno, al giardiniere è stata anche negata la richiesta di assistenza finanziaria per la causa.

 

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Golden coins © Petr Kratochvil – PublicDomainPictures

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *