Germania, 24873 contagi, “solo” 2509 in più. 94 i decessi. L’epidemia cresce, ma rallenta. Il bollettino Land per Land.

Boom di contagi in Nordreno-Vestfalia, ma la curva dei nuovi casi rallenta leggermente

In Germania al momento. ufficialmente, ci sono 24873 casi e 94 decessi da Coronavirus. È il bollettino aggiornato a lunedì 23 marzo alle 8:42 secondo i dati raccolta dalla John Hopkins University. Il dato è identico a quello di domenica sera. Al momento la Germania è il quarto paese al mondo per numero ufficiale di contagi dietro Cina, Italia, Stati Uniti e Spagna. Tra sabato e domenica si è registrato un aumento di 2509 casi. Tra venerdì e sabato era stato di 2516. Insomma, l’epidemia cresce, ma rallenta come si può vedere dalla curva dei contagi (la trovate più sotto) leggermente meno acuta negli ultimi giorni. Potrebbe essere un fuoco di paglia o il frutto delle raccomandazioni del governo che nell’ultima settimana ha chiesto alla popolazione di uscire sempre meno.

Germania, il bollettino Land per Land

Per parlare del numero di contagi e decessi Land per Land dobbiamo prendere stavolta in considerazione il Tagesspiegel visto che i numeri del Robert Koch Institut usciranno solo fra qualche ora (l’ultimo aggiornamento risale a domenica mattina. Il numero maggiore di contagi risulta in Nordreno-Vestfalia dove si registrano 8182 casi, un numero incredibilmente più alto rispetto a sabato sera quando erano (secondo il RKI) 3545. Parliamo del 100% in più in due giorni. Crescono velocemente anche i casi in Baviera (5549) e Baden-Württemberg (5431), ma ad un ritmo molto più contenuto rispetto alla regione di Düsseldorf. Berlino arriva a 1071 casi. Se parliamo di percentuale per numero di abitanti, la regione più colpita è il Baden-Württemberg (0,0491%), seguita da Amburgo (0,0482%), NordReno-Vestfalia (0,0456 %) , Baviera (0,0424%) , Renania-Palatinato (0,0328%) e Berlino (0,0294%). La media in Germania è di 0,0347 %.

Le parole della Merkel di ieri

Nel discorso di ieri pomeriggio, Angela Merkel  – prima di mettersi in quarantena per aver avuto contatti con un medico poi risultato positivo – ha enunciato i 9 punti per regolare la vita in Germania in questo periodo.  Non è in atto nessun coprifuoco. Viene garantita la possibilità di spostarsi e vedersi, anche se ci saranno forti limitazioni. Ecco i 9 punti nel dettaglio, validi almeno fino al 9 aprile.

Ecco ad ogni modo i 9 punti nel dettaglio.

1- A tutte le persone è richiesto di ridurre al minimo i contatti con chi non vive in casa.

2- Bisognerà tenere una distanza di sicurezza di almeno un metro e mezzo, “meglio se due metri”.

3- Si può uscire all’aria aperta al massimo in due, se le due persone non vivono nella stessa abitazione. Persone che abitano nella stessa casa possono uscire anche in più di due

4- Si può ancora andare a lavoro, dal dottore, fare sport in maniera individuale e passeggiate all’aria aperta, fare la spesa, sostenere esami o recarsi ad appuntamenti importanti

5- Non è possibile organizzare feste o raduni in casa o in un pubblico. La polizia ha il diritto in tal caso di intervenire e sanzionarli.

6- Tutti i ristoranti in tutto il paese saranno chiusi e a disposizione solo per asporto e consegna.

7- Chiudono parrucchieri, centri estetici e di massaggi e studi di tatuaggi (inizialmente avevano il diritto di rimanere aperti).

8- In tutti gli altri istituti che rimangono aperti bisogna rispettare tutte le misure igieniche e preventive necessarie.

9- Tutte le misure in atto dureranno almeno due settimane, ovvero fino al 5 aprile

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *