Pubblicati da Gianpaolo Pepe

Se l’Occidente diventa una fortezza di morte con l’aria condizionata, invece di progettare il mondo che verrà

Un giovane padre salvadoregno, Oscar Alberto, e la sua bimba di due anni, Valeria, muoiono annegati nel Rio Grande mentre tentano di attraversare il confine tra Messico e Stati Uniti, sbarrato dal muro. Il corpo di un giovane uomo, l’ennesimo, viene recuperato a 25 miglia dalle coste agrigentine. 42 persone (ora 40: due migranti sono […]

Come una problematica cittadina fiamminga dove si gridava “prima i belgi” è diventata modello di civiltà e benessere

Mechelen, città fiamminga trafficata e pericolosa, è diventata negli ultimi anni un esempio di civiltà Mechelen è una città di circa 80.000 abitanti, trenta chilometri a nord di Bruxelles. Quando Bart Somers ne diventò sindaco, nel 2001, era una città con tassi di disoccupazione e criminalità tra i più alti del Belgio. In poco più […]

Se oggi rileggessimo “Ur-Fascismo, il fascismo eterno”, ovvero l’identikit del fascista secondo Umberto Eco

Il 25 aprile 1995 Umberto Eco pronunciò un discorso alla Columbia University per celebrare la liberazione d’Europa, poi apparso sulla “The New York Review of Books” con il titolo Ur-Fascism In quel saggio, tradotto poi in italiano con il titolo Il fascismo eterno, Eco enucleava 14 punti, tuttora attuali, che contraddistinguono l’avvento di ogni fascismo, in qualunque epoca […]

Salvini, le circolari sui richiedenti asilo e l’Adolf Eichmann che è in ognuno di noi

Lo scorso 4 luglio il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha inviato alle Commissioni territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale una circolare con cui, anche sulla scorta di una recente sentenza della Cassazione, invitava perentoriamente tutti gli uffici interessati a velocizzare le pratiche e a interpretare restrittivamente i requisiti per il riconoscimento della tutela umanitaria. […]

Marx avrebbe definito Sergio Marchionne una Charaktermaske

Cosa succede se tutti – nessuno escluso, neppure Sergio Marchionne – diventiamo maschere di carattere del modo di produzione e di vita in cui siamo immersi Uno degli aspetti più drammatici della vicenda Marchionne – pensavo oggi leggendo dell’ex amministratore delegato Fca che si diceva stanco degli infernali ritmi professionali cui era sottoposto, o che dichiarava  «Chi comanda è […]

Modello d’integrazione? Per ogni Pogba da 18 milioni d’€ all’anno, in Francia eserciti di invisibili pieni di odio

Guardare la Francia dei Mondiali e teorizzare il non teorizzabile per sentirsi dalla parte del giusto Durante questo bel Mondiale, in tanta parte della pseudo-sinistra italiana si è fatta strada l’idea di una Francia vincente perché multiculturale e accogliente. Capisco che in Italia, in questi mesi di sconfortante barbarie, tutto ciò che luccica possa sembrare […]

«Crepate lontano dai nostri occhi»

Fermo restando il carattere internazionalista dell’emancipazione umana, il mantra salviniano dell’«aiutiamoli a casa loro» (da qui in poi, per brevità, AACL) potrebbe anche essere ragionevole, come soluzione provvisoria in attesa di un mondo più equo in cui la libertà di movimento sia garantita a tutti, e non solo a chi è nato con il passaporto […]

In Finlandia è stato applicato il reddito di base e i risultati finora sono eccezionali

Dal 2017 il governo finlandese ha varato un esperimento sociale senza precedenti in Europa: per i prossimi due anni duemila cittadini percepiranno un reddito di base di 560 euro al mese, indipendentemente dalla loro condizione lavorativa. Il progetto, chiamato Kela e introdotto da un esecutivo di centro-destra, si propone di verificare gli effetti di un reddito universale e incondizionato sui livelli di […]

Berlino ha più atei che credenti. Nessuna capitale così in Europa

«La lettura del giornale è la preghiera mattutina dell’uomo moderno», affermava il filosofo tedesco Georg Wilhelm Friedrich Hegel. Parafrasando questa celebre frase potremmo dire che la preghiera dei berlinesi, la domenica mattina, è con ogni probabilità costituita più spesso da un rituale laico come la coda per entrare al Berghain, un ricco e pigro brunch o la visita a uno degli splendidi musei della capitale, che […]

Yolocaust, il progetto fotografico che ridicolizza chi non rispetta l’Olocausto

«Negli ultimi anni ho constatato un interessante fenomeno all’interno del Memoriale dell’Olocausto di Berlino: molte persone lo usano come sfondo per le loro foto profilo Facebook, Instagram, Tinder o Grindr. Ho raccolto questi selfie e li ho combinati con immagini di archivio dei campi di concentramento. Il risultato lo potete vedere suYolocaust». Scrive così sulla sua pagina Facebook Shahak […]