Germania, per la prima volta il Governo ha nominato un Commissario per le questioni queer

Il Governo federale tedesco, per la prima volta nella sua storia, ha nominato un Commissario per le politiche queer

Giovedì 6 gennaio il Governo federale guidato dal socialdemocratico Olaf Scholz ha nominato ufficialmente Sven Lehmann come Commissario per le questioni queer all’interno del Ministero per la Famiglia. Si tratta di un atto storico dato che è la prima volta che un Governo alla guida della Germania ha nominato una figura di questo tipo. Lehmann fa parte del partito dei Verdi, uno dei tre partner della coalizione di Governo con Spd e Liberdemocratici (Fdp). Il politico si batterà per l’accettazione della diversità sessuale e di genere ed ha già annunciato di essere al lavoro su un “piano d’azione nazionale”.

“La Germania dovrebbe diventare un pioniere nella lotta contro la discriminazione”

Secondo Lehmann la sua nomina a Commissario per le questioni queer dimostra quanto “sia importante che il Governo federale accetti la diversità. La Germania dovrebbe diventare un pioniere nella lotta contro le discriminazioni”. Ha poi aggiunto che “il nuovo esecutivo perseguirà una politica queer progressista e allineerà anche la politica familiare con la realtà sociale dei diversi tipi di famiglie”. Lehmann, nel Bundestag con i Verdi dal 2017, è stato – prima della recente nomina – portavoce per la politica queer e la politica sociale per il gruppo parlamentare dei suo partito. Sempre nella giornata di giovedì 6 gennaio il Governo federale ha nominato i nuovi Commissari per la libertà religiosa e per i diritti umani. La prima carica è stata assegnata al parlamentare protestante dell’Spd Frank Schwabe mentre Luise Amstberg dei Verdi ricoprirà il ruolo di Commissaria per i diritti umani all’interno del Ministero degli Esteri.

Leggi anche Germania, il Ministro della Sanità continua a sostenere la necessità dell’obbligo di vaccinazione per tutti

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

 

Immagine di copertina: Bandiera arcobaleno queer Bild von Sabrina_Groeschke auf Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *