carsten jost & carsten klemann - cc01 (detroit) (original mix) | bassnbeats

Berlino, muore a 41 anni celebre resident DJ del Watergate

Carsten Klemann, il celebre resident DJ del Watergate di Berlino è morto all’età di 41 anni per cause ancora ignote

La scena techno e minimal house di Berlino piange la perdita del celebre musicista Carsten Klemann, morto questa settimana alla giovane età di 41 anni per cause ancora sconosciute. Nato a Berlino nel 1980, Klemann ottenne la sua fama grazie al ruolo di resident DJ presso l’esclusivo Watergate Club, uno dei locali più in della città situato nei pressi del fiume Sprea. La sua musica animava anche le serate di altri popolari locali, come Berghain, Cookies e WMF. Egli faceva inoltre parte di un collettivo di DJ chiamato 61 Rocker ed era co-fondatore di My My, un trio di produttori e DJ berlinesi nato nel 2003. In questo periodo infatti, l’ascesa di Carsten Klemann andava di pari passo con la rinascita di Berlino come Mecca della musica elettronica.

La musica di Carsten Klemann

Carsten Klemann trascorse la sua adolescenza ad Amburgo, dove nel 1996 si avvicinò al mondo dell’elettronica e cominciò a fare il DJ. Tornato a Berlino fondò il collettivo 61 Rocker, tramite il quale iniziò a crescere professionalmente curando un piano del drum & bass party Hard-Hedged. Qui Klemann e il suo eclettismo riuscirono a spiccare contrastando l’originale purismo dell’evento. Egli si immerse sempre più nella cultura dei club fino ad ottenere il suo posto di resident DJ al Watergate. La sua attività come disc jockey fu ininterrotta fino al 2008, quando Carsten decise di trasferirsi a Londra e allontanarsi dall’ambiente. Dieci anni dopo tornò a Berlino e alla musica, con l’idea di fondare un’etichetta che riproducesse vecchi album da discoteca ormai fuori stampa.

Una grande mancanza per la scena musicale elettronica di Berlino

La notizia della morte del musicista è stata accolta con profonda tristezza, e centinaia di tributi sono stati offerti in suo onore nelle varie piattaforme social. Su Twitter, Facebook e Instagram fans, etichette musicali, amici e colleghi hanno scritto le loro condoglianze. Lee Jones e Nick Höppner, i due membri del gruppo My My hanno espresso il loro cordoglio e salutato con affetto l’amico e collega. Non manca di certo il contributo del Watergate, che parla di Klemann come un pilastro portante del locale, ricordando la sua influenza nel dar forma al sound del club in cui ha suonato a partire dai primi giorni di apertura.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Leggi anche https://berlinomagazine.com/20-scatti-in-bianco-e-nero-di-clubber-in-fila-al-berghain-e-al-watergate/

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *