Una celebre montagna svedese si è abbassata di due metri

In un anno il riscaldamento globale ha sciolto due metri della montagna svedese Kebnekaise

Il monte Kebnekaise, a nord della Svezia, era il monte più alto svedese fino al 2019, anno in cui la montagna perse un terzo del suo ghiacciaio. Negli anni 90, prima che il riscaldamento globale ne sciogliesse la vetta coperta di ghiaccio, Kebnekaise era alta 2118 metri. Purtroppo, solo nel 2021 la montagna ghiacciata ha perso 2 metri di altezza a causa dell’aumento di temperatura. I ricercatori della stazione di Tarfala hanno misurato questo 14 agosto la montagna e hanno notato un drastico calo di due metri. La montagna ora misura 2094.6 metri sul livello del mare, mentre un anno fa contava 2096.8 metri.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Página/12 (@pagina12)

Le cause principali dello scioglimento del Kebnekaise

Le misurazioni della montagna avvengono dagli anni 40 e mai come negli ultimi anni c’è stato un calo di questa portata nella sua altezza. E la notizia peggiore è che la già critica situazione del ghiacciaio del Kebnekaise può solo peggiorare. L’Università di Stoccolma attribuisce la causa maggiore al riscaldamento globale, responsabile di sciogliere i ghiacciai, ma anche al cambiamento delle condizioni del vento, che influenzano il modo in cui la neve si accumula durante l’inverno.

La Svezia e il riscaldamento globale

Il monte Kebnekaise è composto da due cime, una a sud ghiacciata, che era la più alta vetta svedese fino al 2019, e una a nord non ghiacciata. Attualmente la vetta non ghiacciata è la vetta più alta in Svezia con 2097 metri. La cima meridionale ha perso dal 1995 ad oggi in media un metro di altezza all’anno. Questa montagna è solo uno dei tanti simboli del cambiamento climatico in atto nella penisola scandinava, dove ogni anno avvengono incendi boschivi e gli esemplari di renne negli ultimi 20 anni si sono ormai dimezzati.

 

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine in copertina: Svezia, Pixabay, SteenJepsen CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *