Olimpiadi, allenatore schiaffeggia judoka tedesca. Scandalo? No, lei lo difende

Alle Olimpiadi l’allenatore tedesco Claudiu Pusu “schiaffeggia” la judoka Martyna Trajdos prima dell’incontro. L’associazione mondiale judo IJF lo ammonisce ma l’atleta tedesca lo difende.

L’allenatore Claudiu Pusu è finito al centro delle polemiche nei giorni scorsi per aver commesso un atto di violenza in diretta nei confronti della judoka Martyna Trajados. Appena prima di un incontro alle Olimpiadi, l’allenatore ha scosso bruscamente e ripetutamente schiaffeggiato la sua atleta. Il video, che si è diffuso a macchia d’olio sul web, ha scatenato commenti negativi  da parte del pubblico. Pusu è stato ripreso per “cattiva condotta”, ma la judoka tedesca ha preso le sue difese: sarebbe stata lei stessa a chiedergli di incoraggiarla in questo modo anticonvezionale. La sportiva ha spiegato che quello dello schiaffeggiamento è un rituale che svolge regolarmente prima delle competizioni, per caricarsi prima della sfida.

Il video diventato virale sui social

 

 

Sieh dir diesen Beitrag auf Instagram an

 

Ein Beitrag geteilt von Martyna Trajdos (@martyna_trajdos)

L’allenatore della nazionale tedesca Claudiu Pusa è stato oggetto di critiche dopo avere “schiaffeggiato” la judoka Martyna Trajados. L’episodio è avvenuto martedì 27 luglio prima della competizione della ragazza ai Giochi Olimpici di Tokyo. La Trajados, che compete nella categoria femminile -63 kg, si è scontrata con l’ungherese Szofi Ozbas. L’episodio, filmato da un cameramen ed andato in diretta durante l’incontro, ha suscitato scalpore nel mondo sportivo internazionale. La federazione mondiale judo (IJF) ha prontamente cinguettato: “Il judo è uno sport educativo, quindi non può tollerare comportamenti che violino il suo codice morale”. Successivamente, Martyna ha difeso il suo allenatore. L’atleta ha dichiarato su instagram: “Come ho già affermato, è una specie di rituale che ho scelto di svolgere prima di affrontare le gare. Il mio allenatore fa solo quello che gli chiedo, è un modo per incoraggiarmi.”. Non era quindi un caso di aggressione il gesto di Pusa, che voleva solo incentivare la sua allieva prima della gara.

I risultati delle Olimpiadi di Tokyo 2020

Al primo posto per numero di medaglie si trova attualmente la Cina, con un totale di 18 medaglie d’oro. Seguono il Giappone e gli Stati Uniti. Con un totale di 20 medaglie, cui 11 di bronzo, 5 d’argento e 4 d’oro, la Germania si sta classificando in undicesima posizione ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. La prima medaglia d’oro per la Germania è stata vinta da Ricarda Funk nella gara femminile di slalom in canoa. Altre due medaglie sono state guadagnate nella gara di equitazione, dove Jessica von Bredow-Wernd ha dominato sia nel dressage inividuale, sia in quello a squadre. L’ultima medaglia d’oro è stata vinta da Zverev nel tennis.

Leggi anche: In India ancora si celebra una medaglia con la svastica data da Hitler alle Olimpiadi del 1936

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *