Non obbligatorio, ma quasi: il prossimo piano di regole per i non vaccinati in Germania.

Il braccio destro della cancelliera avverte sulle possibili restrizioni per i non vaccinati entro l’autunno di quest’anno

Il consigliere Helge Braun ha suggerito nuove possibili restrizioni, nei prossimi mesi, per coloro che non sono ancora vaccinati. Probabilmente, sarà negato loro l’ingresso in bar, ristoranti, eventi, cinema, o stadi a partire dall’autunno di quest’anno. Il politico della CDU e responsabile della crisi per Angela Merkel rincara la dose affermando al giornale Bild am Sonntag che il vaccino garantisce fino al 90% di protezione contro il Covid-19. Esso è l’unico modo possibile per contrastare la pandemia. Gli attuali vaccini sono efficaci anche contro le varianti, tra cui la tanto temuta variante Delta.

Chi ha completato la profilassi vaccinale ha meno probabilità di contrarre il virus

Tra i pazienti contagiati dalla variante Delta, la percentuale di coloro che l’hanno contratto da vaccinati è bassa. Due dosi di vaccino Pfizer sono risultate efficaci all’88% nel prevenire la malattia sintomatica. Il vaccino AstraZeneca si è dimostrato efficace al 67% con due dosi. In altre parole, la doppia inoculazione è meno efficace contro la nuova variante, ma rappresenta comunque un’importantissima barriera per evitare le conseguenze più gravi, come i ricoveri e i decessi. Lo studio effettuato sul campione di pazienti offre un’altra informazione fondamentale: per entrambi i vaccini, Pfizer e Astrazeneca, l’efficacia dell’immunizzazione con una sola dose si ferma al 30%. Una conferma ulteriore sulla necessità di completare il ciclo vaccinale per proteggere se stessi e il maggior numero di persone possibile.

Vaccinarsi per scongiurare un lockdown e tamponi a pagamento

La campagna vaccinale ha anche un peso economico. Il vaccino, infatti, aiuterebbe a scongiurare una quarta ondata e un’ennesima chiusura che porterebbe sul lastrico molte realtà già precarie. La probabile mossa restrittiva nei confronti dei non vaccinati rappresenta dunque un ultimatum, essendo il vaccino l’unico modo per uscire da questa emergenza sanitaria. È probabile, inoltre, che da settembre i tamponi non saranno più gratuiti. La Germania non esclude di addebitare il costo di ogni test Covid-19 di cui si usufruisce. Si tratta di una strategia per far sì che i non vaccinati usufruiscano meno dei test, allo scopo di orientare anche i più scettici verso la prospettiva del vaccino.

Gli attacchi dalle altre fazioni politiche

Incostituzionale e mina il diritto di libertà personale: sono queste le parole con cui il vice leader dell’FDP Wolfgang Kubicki ha criticato i commenti di Braun. Il consigliere Braun è stato attaccato anche dal membro del partito Die Linke Dietmar Bartsch per aver raccontato alla stampa una decisione politica, in realtà, non ancora discussa. “L’obiettivo dei governanti, specialmente in un momento di crisi come questo, deve essere quello di comunicare regole chiare, comprensibili e conformi alla costituzione” rincara Bartsch.

Leggi anche: Germania dietrofront del ministro della salute: non riusciremo a vaccinare tutti entro giugno

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Vaccinazione, Viktor Hanacek, Picjumbo CC0, https://picjumbo.com/doctor-vaccinating-a-patient-against-covid-19/

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *