elezioni

Müller lascia, chi sono i candidati sindaco di Berlino alle elezioni del 26 settembre 2021

Il 26 settembre a Berlino si voterà per eleggere i rappresentanti del Governo del Land e delle 12 Assemblee distrettuali

Il 26 settembre dalle 8 alle 18, i berlinesi, oltre a votare il nuovo Cancelliere, esprimeranno la propria preferenza anche per i rappresentanti del Land e delle 12 Assemblee distrettuali. Per le elezioni dell’Abgeordnetenhaus, cioè il Parlamento statale di Berlino, ciascun cittadino può dare due voti: uno al candidato e uno al partito prediletto. Al momento in carica c’è una coalizione formata da SPD-Verdi-Die Linke e, secondo un sondaggio del Forsa Institute che mette SPD e Verdi appaiati al 21%, è molto probabile che il Governo si mantenga tale. Invece Michael Müller (SPD), attuale sindaco, già ad agosto 2020 aveva annunciato che non si sarebbe ricandidato. Quindi, i possibili candidati a queste elezioni sono 6: Franziska Giffey (SPD), Kai Wegner (CDU), Klaus Lederer (Die Linke), Bettina Jarasch (Verdi), Kristin Brinker (AfD) o Sebastian Czaja (FDP).

Franziska Giffey

A sostituire Müller per il Partito Socialdemocratico tedesco è Franziska Giffey. Dal 2015 al 2018 aveva rivestito la carica di sindaco distrettuale di Neukölln, mentre dal 2018 fino allo scorso 20 maggio è stata Ministro federale per la famiglia, gli anziani, le donne e la gioventù. Si è dimessa da quest’ultima carica in seguito alle accuse di plagio riguardanti la sua tesi di dottorato. Tuttavia, non ha ritirato la candidatura a sindaco e nei recenti sondaggi risulta una delle candidate favorite.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Franziska Giffey (@franziskagiffey)

Kai Wegner

Il candidato per l’Unione Cristiano-Democratica è anche il leader del partito dal 2019. Inizialmente era un venditore di assicurazioni e si unì poi al CDU nel 1989, diventandone vice presidente dal 2000 al 2002. Dal 2005, invece, è un membro del Bundestag dove rappresenta il distretto Spandau di Berlino. Inoltre, all’interno del Parlamento ha fatto parte del Comitato per gli affari economici e l’energia per poi passare a quello per edilizia, alloggi, sviluppo urbano e comuni. È anche un membro del Comitato per l’ambiente, la conservazione della natura e la sicurezza nucleare.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Kai Wegner (@kaiwegner.cdu)

Klaus Lederer

Per la Sinistra partecipa Klaus Lederer. Fino al 2007 faceva parte di quello che un tempo era il Partito del socialismo democratico (PDS) diventandone anche vicepresidente regionale prima nel distretto di Prenzlauer Berg e poi nel distretto di Pankow. Nel giugno 2007 fu eletto presidente regionale del neonato partito Die Linke. È rimasto in carica fino al 2016 quando è diventato Senatore per la cultura e l’Europa all’interno dell’Abgeordnetenhaus, di cui fa parte dal 2003.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Klaus Lederer (@klausledererberlin)

Bettina Jarasch

L’ex giornalista e autrice è candidata per il partito dei Verdi. Entrò in politica nel 2000 come consigliera dell’alleanza Bündnis 90/Die Grünen, fino al 2009. Fa parte dell’ala più moderata del partito dei Verdi e ne è stata co-leader con Daniel Wesener dal 2011 al 2016, anno in cui è stata eletta all’Abgeordnetenhaus. La sua candidatura alle elezioni di settembre è una sorpresa per molti, infatti Ramona Pop e Antje Kapek erano considerate più probabili. Tuttavia, Jarasch ha avuto la meglio perché meno polarizzante delle due colleghe.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Bettina Jarasch (@bettinajarasch)

Kristin Brinker

Il partito di destra ha votato Kristin Brinker per le elezioni di settembre. Fa parte di Alternative für Deutschland dal 2013 e rientra nell’ala più liberale del partito. Dal 2016 è un membro del parlamento di Berlino e fino all’agosto 2020 ha svolto il ruolo di vicepresidente del gruppo parlamentare di AfD. Inoltre, dal marzo di quest’anno è a capo dell’AfD di Berlino.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Kristin Brinker (@brinkerkristin)

Sebastian Czaja

Quello del Freie Demokratische Partei è il più giovane tra i candidati. All’inizio della sua carriera, dal 1999 al 2005, era membro del CDU ma dal 2005 è passato al FDP. Nel 2006 entrò a far parte della Camera dei Rappresentanti di Berlino fino al 2011, anno in cui il partito non raggiunse la soglia del 5% per far parte del Bundestag. Dopo cinque anni di assenza, alle elezioni del 2016, Czaja fu il candidato principale per l’FDP e lo riportò in parlamento.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Sebastian Czaja (@sebczaja)

 

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *