Vaccino 2G-Regel, CC0 Public Demain, Foto di Gerd Altmann da Pixabay, https://pixabay.com/it/illustrations/covid-19-regola-2g-lavagna-6645692/.

In una città tedesca vaccinati e guariti potrebbero avere presto più libertà

Ad Amburgo dal 23 ottobre entreranno in vigore nuove misure per contrastare il Coronavirus e ci sarà più libertà per i vaccinati

Lo scorso martedì il Senato di Amburgo ha approvato un nuovo regolamento per contrastare il Covid-19 che lascerebbe più libertà a chi si è vaccinato o a chi è guarito. La 2G-Regel verrà estesa anche a parrucchieri, commercianti al dettaglio e altri fornitori di servizi per la cura del corpo. Da sabato 23 ottobre, entreranno in vigore queste nuove misure e i singoli commercianti potranno decidere se applicare la 2G o la 3G-Regel. Nei locali che opteranno per il modello 2G i clienti saranno esentati dal rispetto delle consuete restrizioni anti-covid, come il distanziamento sociale e l’uso della mascherina. Rimangono invece esclusi dal nuovo ordinamento i negozi per le necessità quotidiane come supermercati, drogherie e farmacie.

Amburgo, la città che da quest’estate sceglie di dare maggiore libertà ai vaccinati

Amburgo è stata la prima città della Germania in cui si è scelto di applicare il modello 2G. Infatti, a partire dalla fine di quest’estate, le autorità cittadine avevano sancito che alcune attività potevano regolarsi secondo la 2G-Regel, che consente di accedere ai locali soltanto a coloro che hanno completato il ciclo vaccinale o a coloro che sono guariti dal Covid-19. I primi a beneficiare di queste nuove misure erano stati ristoranti, pub, cinema, teatri, musei, zoo e in seguito club notturni e stadi. La vita notturna così aveva ripreso il suo ritmo prima che in altre città della Germania. I risultati inoltre sono stati più che positivi, sicché si è deciso di estendere il modello 2G anche ad altre attività commerciali.

Le opinioni rispetto all’estensione della 2G-Regel

L’adozione delle nuove misure ha acceso la discussione. I commercianti sono chiaramente contenti. In particolare,  a causa dell’obbligo di distanziamento sociale, i gestori di negozi per la cura della persona di piccole dimensioni avevano dovuto rinunciare a molte vendite. Ora le piccole imprese invece potranno lavorare a pieno regime. Anche i negozi di abbigliamento  potranno offrire un miglior servizio ai loro clienti: in particolare, in quegli esercizi in cui la permanenza è generalmente più lunga – come quelli in cui si vendono abiti da sposa o completi – l’esperienza di acquisto migliorerà in modo decisivo. Allo stesso tempo, però, c’è chi è preoccupato per i dati relativi al numero dei contagi. Infatti l’allentamento delle misure in concomitanza dell’arrivo della stagione fredda potrebbe favorire l’aumento dei casi di Covid-19. L’incidenza di sette giorni in Germania è in continuo aumento. Il Robert Koch Institute ha riferito che il valore delle nuove infezioni per 100.000 abitanti corrispondeva a 75,1 all’inizio della settimana. Il numero totale effettivo dei contagiati però potrebbe essere più alto, poiché molte infezioni non vengono rilevate.

Ulteriori allentamenti delle misure anti-covid nel prossimo futuro?

Le parole della vice portavoce del Senato di Amburgo Julia Offen sono però piene di speranza rispetto alla gestione della pandemia. Ha sottolineato come da un lato l’applicazione della 2G sia facoltativa e ha ricordato come allo stesso tempo le spese per garantire la sicurezza costituiscano una spesa non indifferente per i commercianti. Inoltre ha ricordato come questo nuovo provvedimento garantisca maggiori libertà ai cittadini, che potranno così riprendere a godersi la vita come accadeva prima della pandemia. Addirittura qualche esperto si spinge oltre: “Ad Amburgo, circa l’85% di tutti gli adulti dovrebbe essere vaccinato e dunque potrebbe esserci un ulteriore allentamento delle misure”, ha dichiarato Walter Plassmann, capo dell’Associazione dei medici dell’assicurazione sanitaria pubblica di Amburgo. Prima di ogni altro cambiamento, però, rimane comunque da capire quali saranno le direttive a livello federale. Il Ministro della Salute federale Jens Spahn ha dichiarato che lo stato di emergenza sanitaria potrebbe terminare a novembre, anche se ha affermato che è ancora troppo presto per la sospensione totale delle misure anti-covid.

 

Leggi anche: La Germania vuole terminare lo stato di emergenza sanitaria nazionale a novembre

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

In copertina: Amburgo 2G-Regel,  Foto di Gerd Altmann da Pixabay, CC0.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *