In Germania si pensa al vuoto a rendere anche per i box pizza

Il capo del dipartimento degli affari regolatori di Francoforte vuole affrontare il problema della spazzatura in città con un deposito sulle scatole della pizza

Annette Rinn, vicepresidente distrettuale dell’FDP di Francoforte, ha proposto un deposito di 50 centesimi (Pfand) per ogni scatola della pizza usa e getta acquistata. Infatti, durante la pandemia da Coronavirus, è aumentato esponenzialmente l’utilizzo di imballaggi per cibi d’asporto, che producono molta spazzatura riempiendo i cestini urbani. Rinn, in carica da circa 3 settimane, vuole contrastare questa ondata di rifiuti e in particolare delle scatole della pizza che, con le loro grandi dimensioni, occupano gran parte dei cestini o addirittura vengono appoggiati a terra quando lo spazio all’interno non è sufficiente.

La legge tedesca sugli imballaggi dovrebbe essere modificata

Annette Rinn ha confermato i suoi piani al Frankfurter Allgemeine Zeitung, aggiungendo che la legge federale sugli imballaggi dovrà prima essere modificata. Infatti, si aspetta che il nuovo governo si occupi seriamente della questione dei rifiuti. Nel frattempo, ha suggerito che un regolamento volontario potrebbe aiutare ad affrontare il problema, con i ristoranti che scelgono di servire le loro pizze in scatole riutilizzabili. La sua idea è di coinvolgere i ristoranti della città e mettere in atto un sistema di deposito. Secondo Rinn, se qualcuno paga 50 centesimi per la scatola della pizza, “è più probabile che venga restituita”.

La colpa è anche della pandemia da Covid-19

La colpa dei bidoni intasati in tutti gli angoli della città è per Rinn: “Una conseguenza delle limitazioni dovute al Coronavirus, poiché molte persone hanno scoperto che è più economico sedersi su una panchina con cibo e bevande comprate al supermercato o prese d’asporto al ristorante. Si possono mettere bidoni più grandi, ma il più delle volte non basta. Questo è davvero un problema che deve essere affrontato”. Ma lei non è la sola a parlare di questa problematica. Già nella primavera del 2021, il sindaco di Norimberga chiedeva una soluzione radicale per le montagne di imballaggi to-go nei cassonetti pubblici. A Ratisbona, in Baviera, sono stati installati 40 cassonetti aggiuntivi e ogni settimana sono stati smaltiti altri 260 sacchi della spazzatura, principalmente a causa di imballaggi alimentari da asporto.

 

Leggi anche: I maggiori club di Berlino si impegnano per ridurre gli sprechi ai party e aiutare l’ambiente

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pizza box, foto di Dan Burton, Unsplash, CC0.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *