Germania, lockdown almeno fino al 14 febbraio

Le decisioni prese durante il vertice tra Governo federale e rappresentanti dei Länder: lockdown prorogato fino al 14 febbraio

È ancora in corso il vertice tra il Governo federale e i rappresentanti dei Länder iniziato poco dopo le 14:00. I governatori e la Cancelliera stanno discutendo sull’eventuale inasprimento delle restrizioni per cercare di ridurre la curva dei contagi. Secondo numerose agenzie di stampa, al momento, l’unica decisione che sembra essere sicura è l’allungamento dell’attuale lockdown fino almeno a domenica 14 febbraio. L’obiettivo è di arrivare a 50 contagi ogni 100.000 abitanti per quanto riguarda l’incidenza dei 7 giorni. Attualmente, secondo i dati del Robert Koch Institut, il dato è 131,5. Un numero che fa ben sperare, dato che, pochi giorni fa, si era arrivati a sfiorare i 200. L’aspetto che più preoccupa il governo, è sicuramente il rapido diffondersi della variante inglese del virus, molto più contagiosa rispetto alla precedente. Già prima del vertice Merkel e alcuni governatori erano in disaccordo su alcune questioni che dovevano essere discusse. Il sindaco di Berlino Michael Müller, ad esempio, si è opposto fortemente sia all’obbligo di indossare mascherine FFP2 a bordo dei mezzi pubblici sia all’introduzione di un coprifuoco a livello nazionale.

Uno dei punti più spinosi è stata la chiusura delle scuole

Il vertice è durato parecchie ore, un chiaro segno delle differenti soluzioni che avrebbe voluto adottare la Cancelliera rispetto ad alcuni governatori. Uno degli argomenti su cui si è più discusso è stato sicuramente quello inerente la riapertura delle scuole. Sembra, però, che alla fine si sia giunti alla decisione di tenere chiuse scuole e asili nido almeno fino al 14 febbraio. Anche l’obbligo di indossare esclusivamente mascherine FFP2 a bordo di mezzi pubblici o dentro i negozi ha rappresentato un nodo da sciogliere. A questo proposito si è giunti all’accordo che, oltre ai modelli FFP2, potranno essere indossate anche le mascherine chirurgiche. I datori di lavoro devono consentire ai propri dipendenti di lavorare da casa il più possibilie, almeno fino al 15 marzo. Secondo Tagesspiegel il Ministro federale del lavoro Hubertus Heil sta pianificando un’ordinanza per rendere obbligatorio il lavoro da casa, nelle zone in cui il valore di incidenza a 7 giorni superi una determinata soglia.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter 

Immagini di copertina: da Pixabay ArtTower © cc0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *