Come funzionano i tamponi fai-da-te appena inaugurati in Germania

Arrivano i nuovi test rapidi fai-da-te, comodi da fare a casa, si comprano al supermercato o in farmacia e si ha l’esito in 15 minuti

Lo scorso sabato 6 marzo sono entrati in commercio i primi tamponi rapidi fai-da-te, andati esauriti in poche ore sia da Lidl che da Aldi. Anche Rossmann ne ha già cominciato la vendita e Penny, Edeka e Rewe stanno pianificando di rendere disponibili i test nei loro supermercati a breve. I test sono utilizzabili comodamente a casa e forniscono un risultato in circa 15 minuti. I tamponi fai-da-te, per ora in vendita a 5 euro l’uno, consentiranno l’accesso a musei, cinema e ristoranti, ma le autorità sanitarie mettono in guardia i cittadini sulla loro affidabilità. Il test va ad affiancare le altre misure sanitarie già in vigore, e un suo risultato negativo non significa totale libertà.

Cosa sono i test-fai-da-te e dove acquistarli

I tamponi fai-da-te si aggiungono a quelli antigenici rapidi già svolti dal personale sanitario e ai test rapidi settimanali  gratuiti garantiti al personale scolastico e agli studenti. Mentre l’Istituto Federale per i Farmaci e i Dispositivi Medici (BfArM) sta aggiornando la lista delle compagnie autorizzate alla produzione dei test fai-da-te, il governo tedesco ne ha assicurato l’acquisto di oltre 208 milioni. 12 milioni di test sono stati acquistati nella sola Berlino, dove ne sono già disponibili 3 milioni. I test sono già acquistabili nei principali supermercati, farmacie e drogherie, da Aldi è possibile comprare un kit contenente 5 test fai da te al prezzo di 25 euro. Il ministro della salute tedesca Jens Spahn vorrebbe, tuttavia, ridurre il costo di un test a un euro.

Come funzionano i test fai-da-te

Una volta acquistato, si potrà fare il tampone fai-da-te direttamente a casa, senza alcuna supervisione medica. Dopo aver inserito il tampone in una narice o in bocca, il bastoncino va imbevuto in un reagente liquido. Si dosa poi il reagente in un dispositivo fornito nel kit e si attende circa 15 minuti per l’esito. Se compare una solo linea allora si è negativi, se due positivi. Al seguente link è disponibile un breve video che illustra come usare il test fai-da-te. In caso di positività non sussiste l’obbligo di contattare le autorità, ma è fortemente raccomandato dichiararlo al dipartimento di salute – “Gesundheitsamt”- e fare un test molecolare il prima possibile. Va ricordato che l’affidabilità dei test fai-da-te è minore rispetto a quella di un test molecolare o antigenico svolto da personale sanitario, infatti, c’è sempre il rischio che di falsi negativi.

Cosa si potrà fare con un test fai-da-te negativo

I test fai-da-te saranno un requisito per accedere a eventi culturali, musei, cinema o teatri, ma anche per andare al ristorante, negli studi di tatuaggi e nei centri massaggi. Si dovrà, infatti, mostrare il risultato negativo di un test fai-da-te svolto lo stesso giorno e l’esito non potrà essere riutilizzato per i giorni successivi. I test fai-da-te non sono validi, invece, per viaggiare o interrompere la quarantena. Le autorità sanitarie ne raccomandano l’uso anche prima di incontrarsi con amici o altre persone, ricordando sempre che la negatività di un test fai-da-te non esenta dall’osservare le abituali raccomandazioni per prevenire il contagio e la diffusione del virus.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter 

Foto di copertina: ©Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *