Berlino vuole creare un’area per i senzatetto tra Lichtenberg e Friedrichshain

In un piccolo parco al confine tra Friedrichshain e Lichtenberg si costruiranno una decina di Tiny Houses mobili per i senzatetto

A breve il piccolo parco della stazione S-Bahn di Frankfurter Allee, di fronte al Ring Center, potrebbe cambiare la sua natura. L’area così trafficata, dove passano anche treni regionali e suburbani, ospiterà presto un villaggio per i senzatetto berlinesi. L’ufficio distrettuale di Lichtenberg sta infatti per lanciare un progetto pilota volto alla realizzazione di un luogo comune per ospitare i cittadini senza dimora fissa. Questi ultimi vivranno in Tiny Houses mobili, piccole case progettate dall’architetto Van bo le Menzen, e collaboreranno anche alla progettazione dello spazio aperto. Nella zona si diffonderanno inoltre il giardinaggio urbano e i Repair café, locali dove, oltre a tè e caffè, si trovano vari strumenti per riparare i propri oggetti. In questo modo, si cerca di rendere la zona un luogo confortevole, sia per i clochard che per la popolazione in generale.

Il progetto “Common Place” prende forma, ma non si dà spazio a speranze premature per paura di provocare ulteriori delusioni

Dopo vari giri di consultazione tra l’ufficio distrettuale, il Senato e le associazioni sociali, si è optato alla fine per il parco triangolare vicino alla stazione S-Bahn di Frankfurter Allee, situato tra i binari della ferrovia e il Ring Center. Qui verranno costruite fino a dieci Tiny Houses per ospitare i senzatetto della capitale tedesca. Il progetto però è ancora agli inizi e per questo non si vogliono alimentare speranze premature, che rischierebbero di sfociare in delusione. Lo sconforto è infatti già abbastanza alto, in quanto negli ultimi quattro anni nessun distretto di Berlino ha costruito un solo “Safe Place” o “Common Place”. L’idea in realtà esiste da molto tempo, ma non è mai stata messa in pratica. Tutte le aspettative sono perciò ricadute su questo nuovo progetto di Lichtenberg, che sembra attualmente fattibile. Il Senato dovrebbe provvedere ai finanziamenti e si stima che i lavori possano iniziare addirittura nel mese di aprile.

Il “Safe Place” rischia di non essere realizzato per mancanza di spazio in seguito all’inaugurazione della stazione Jelbi di Lichtenberg

L’Assemblea Distrettuale (BVV) ha scelto il parcheggio della stazione ferroviaria di Lichtenberg per realizzare un altro progetto pilota, il “Safe Place”. Il piano, anch’esso volto al benessere delle persone senzatetto, ha però subito un duro colpo qualche settimana fa. Proprio nel parcheggio selezionato, infatti, è stata aperta la prima stazione Jelbi di Lichtenberg (Jelbi è un servizio di condivisione di veicoli elettrici). Questa struttura occupa una discreta porzione di territorio e, come dice l’Assessore all’Edilizia Kevin Hönicke, “lo spazio per il progetto si perde di conseguenza”. Probabilmente la restante area non sarà sufficiente per dar vita al “Self Place” berlinese. Il Freie Demokratische Partei (FDP) Lichtenberg ha chiesto all’Ufficio Distrettuale di provvedere a trovare un altro luogo per realizzare il progetto o per lo meno di creare altro spazio alla stazione S-Bahn di Lichtenberg.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: ©Julia WeiheUnsplash / CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *