Berlino, arrestati 3 universitari che affittavano studio di registrazione per vendere cocaina

Oltre alla droga, negli appartamenti dei sospettati sono stati trovati più di 200mila euro. I tre studenti sono ora sotto processo.

È iniziato lunedì 10 maggio 2021 il processo a tre studenti universitari per traffico di droga. Si dice che i giovani, di età compresa tra i 24 e i 26 anni, abbiano nascosto il carico di cocaina in uno studio di registrazione nel distretto di Reinickendorf, insieme a materiali da imballaggio, bilance di precisione e alcune mazze da baseball da usarsi in caso di attacchi esterni. Si dice che affittassero le sale di registrazione per la vendita di cocaina e cannabis. I tre non sono nuovi alle autorità: nell’agosto 2020, tra le altre cose, la polizia ha sequestrato un chilogrammo e mezzo di miscela di anfetamine. Si attendono ulteriori sviluppi giudiziari, previsti per il 17 maggio 2021.

Il contrabbando di droga negli studi musicali

Secondo gli avvocati dell’accusa, il maggiore del gruppo, il ragazzo di 26 anni, aveva affittato le sale di registrazione «Kyanite Studio» a Berlino, già nel novembre del 2019, come quartier generale del contrabbando di droga. L’imputato riceveva ordini da potenziali acquirenti tramite servizi di comunicazione crittografati, ma conosceva anche personalmente alcuni dei suoi clienti. Si dice che gli altri due accusati abbiano suddiviso e smerciato la droga nello studio di registrazione. Inoltre, nell’appartamento di un sospetto, la polizia ha sequestrato i presunti proventi delle vendite, per un valore complessivo di 205.000 euro.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: © Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *