“Berlin 50er Jahre” il bellissimo libro fotografico che racconta la Berlino degli anni ’50

Berlin, 50er Jahre, un libro fotografico che racconta la storia della capitale tedesca nel periodo postbellico

Non una semplice raccolta di fotografie quella di Boris von Brauchitsch, che con il suo ultimo lavoro, Berlin, 50er Jahre (uscito il 15 novembre) intende raccontare attraverso le immagini la Berlino degli anni Cinquanta, città sospesa tra tensione e risveglio, ricostruzione e conflitto. Boris von Brauchitsch è riuscito attraverso questa sua ultima opera a restituire quell’atmosfera fatta di contraddizioni che si percepiva nella capitale tedesca negli anni successivi al secondo conflitto mondiale. È infatti in quel milieu culturale che si sono manifestate quelle peculiarità che rendono ancora oggi Berlino un unicum nel panorama urbano europeo. Nel tentativo di rialzarsi dalla sconfitta subita, si è animata di nuove forze e di nuovi valori, che hanno lasciato il segno nella conformazione stessa della città. Il volume di Brauchitsch intende così far rivivere quel mondo per noi oggi così lontano.

 

Berlino distrutta, Berlino divisa: simbolo e anima dell’Europa di allora

Allora a Berlino i segni della guerra erano ancora evidenti, ma la città viveva in un rinnovato senso di risveglio e di ottimismo, sia nella parte orientale che in quella occidentale. Un senso di speranza aleggiava nell’aria e lo sguardo dei berlinesi era teso al futuro. Ogni parte della città si stava sviluppando seguendo gli ideali dei rispettivi modelli sociali che allora si erano costituiti. Nella parte occidentale della città, il Kurfürstendamm era l’epitome del glamour e con il rock’n’roll, il jazz, i jeans e le sottovesti, l’influenza della cultura americana era evidente. A Est emergeva il viale di Stalinallee di ispirazione sovietica e si coltivavano valori di comunione e uguaglianza. D’altra parte, però, emergevano sempre più insidiose le tensioni tra il blocco occidentale e quello orientale. I giochi di potere, le competizioni a livello tecnologico, la propaganda, i piani di ricostruzione, il concetto di merce e il duplice sistema economico creavano una diversità che sembrava incompatibile all’interno di un unico spazio urbano. Le immagini del libro Berlin, 50er Jahre sono in grado di rievocare nella mente del lettore tutte le contraddizioni che hanno segnato l’inizio della seconda metà del secolo scorso. Berlino, per così dire, divenne lo specchio delle tensioni dell’Europa intera.

Il punto di vista privilegiato di Boris von Brauchitsch

La narrazione per immagini risulta pregna di significato grazie al particolare taglio che l’autore Boris von Brauchitsch riesce a dare al ritratto della Berlino di allora. Studioso ed esperto di arte contemporanea, Brauchitsch è stato curatore di molteplici mostre ed esposizioni di arte contemporanea. Dal 1992 al 1993 è stato direttore della Galerie der Künstler a Francoforte sul Meno e dal 1995 al 1997 direttore fondatore e responsabile della Kunsthaus Kaufbeuren. Il suo profilo accademico, tuttavia, è compensato da una forte propensione creativa. Infatti si è distinto non solo per le sue pubblicazioni di carattere accademico sull’arte e sulla storia di Berlino, ma anche per le sue opere fotografiche. Il suo sguardo, dunque, riesce a cogliere sia quegli aspetti storici e tecnici della Berlino degli anni Cinquanta, sia il senso estetico della città, allora in ricostruzione. Ecco perché Berlin, 50er Jahre si profila come un viaggio privilegiato alla scoperta di un mondo le cui tracce sono ormai quasi scomparse.

La copertina di Berlin, 50er Jahre

La copertina di Berlin, 50er Jahre

Berlin, 50er Jahre:

Boris von Brauchitsch

Edito Edititon Braus

144 pagine (circa 120 fotografie)

24,95 €

 

Leggi anche: L’età dell’ebbrezza, il libro di Vincenzo De Lucia sul processo di Steglitz e la gioventù ribelle della Berlino anni ’20 

Immagine di copertina: Berlin, 50er Jahre, copertina del libro.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *