Germania, risarcite le vittime dell’assurdo esperimento Kentler: bambini affidati a pedofili

Dal 1969 al 2003 numerosi adolescenti senzatetto furono abusati durante un esperimento del sessuologo Helmut Kentler nato per frenare la libido dei pedofili, ma finito tragicamente

Due vittime dell’esperimento Kentler hanno raggiunto un accordo con lo Stato di Berlino per un risarcimento finanziario dopo più di sei mesi di negoziati. Sul finire degli anni ’60 Helmut Kentler, professore all’Università di Hannover e sessuologo, si convinse che affidare a degli accertati pedofili ragazzi senzatetto di 13 e 15 anni avrebbe non solo aiutato quegli uomini a limitare la propria libido, ma anche gli stessi giovani, altrimenti abbandonati. Il suo piano trovò il sostegno del Senato di Berlino che fece partire un progetto sperimentale in gran segreto. Negli anni però molti ragazzi subirono effettivamente molestie, tra loro Sven e Marco, che anni fa hanno fatto causa  alla città, e in particolare al distretto di Tempelhof-Schöneberg.

L’esperimento Kentler e il caso di Sven e Marco

Sven e Marco avevano solo 6 anni quando furono accuditi da Fritz K, un uomo single, nonché padre. residente a Kreuzberg con vari precedenti penali per molestie sui minori e che tra il 1973 e il 2003 ospitò in tutto ben 9 ragazzini. I due furono purtroppo vittime della violenza dell’uomo per cui, nel 2015 era anche pronto un processo, se non fosse che morì prima del suo inizio.  La somma del risarcimento ora ottenuta da Marco e Sven non è stata pubblicamente annunciata, ma media locali presumono che sia intorno ai 50.000 euro. Allo stesso tempo sono state ritirate le cause di responsabilità ufficiale contro lo Stato di Berlino e il distretto di Tempelhof-Schöneberg, dalle due vittime. Sandra Scheeres (SPD), senatrice per l’educazione, ha dichiarato di essere sollevata per il raggiungimento dell’accordo fra le parti nonostante la complessa situazione giuridica.

L’esito dell’esperimento Kentler

Sul finire degli anni ’60 il clima culturale era quello della rivoluzione sessuale degli anni ’60 e ’70. Bambini di età compresa tra 13 e 15 anni, tra cui alcuni tossicodipendenti e prostitute, vennero affidati a dei pedofili. Secondo Helmut Kentler  le esperienze sessuali avrebbero migliorato lo sviluppo personale di ragazzi abbandonati. Non si sa quante persone parteciparono all’esperimento Kentler. Il segreto che avvolge questa storia è ancora in attesa di dettagli più precisi. Già all’epoca però il sessuologo non nascose il fatto che coloro che si prendevano cura dei bambini potessero avere  rapporti sessuali con i minori, ma evitava la costrizione. Almeno così emerge dagli appunti trovati sui suoi documenti dopo la morte, avvenuta nel 2008. Solo negli ultimi 10 anni si è veramente analizzato l’esito dell’esperimento Kentler. Cornelia Schmalz-Jacobsen (dei liberali dell’FDP), al tempo dell’approvazione del progetto senatrice per la gioventù e la famiglia dello Stato di Berlino, ha confidato pochi anni fa che l’obiettivo era soltanto quello di dimostrare “l’idoneità” degli omosessuali all’adozione.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Foto: ©pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *