A Berlino una magnifica mostra su Ruth Walz, tra le più importanti fotografe teatrali dei nostri tempi

Fino al 13 febbraio al Museum für Fotografie la mostra personale di Ruth Walz, le cui immagini documentano la scena teatrale degli ultimi 50 anni

Al Museum für Fotografie (Museo della Fotografia) di Berlino una grande mostra personale dedicata alla fotografa tedesca Ruth Walz. Per cinquant’anni Walz è stata strettamente legata alla Schaubühne berlinese, documentando le produzioni di registi del calibro di  Peter Stein, Klaus-Michael Grüber, Luc Bondy e Robert Wilson. Attraverso questa mostra, i visitatori potranno intraprendere un viaggio nella storia del teatro, cogliendo l’importanza di questa forma d’arte per la vita e per il lavoro di Walz. Dalle fotografie emerge poi tutta la maestria di Walz nel riuscire a cogliere il momento decisivo della rappresentazione teatrale, facendone emergere a pieno l’intensità. La mostra è visitabile fino al 13 febbraio. Potete trovare i biglietti a questo link.


Parsifal von Richard Wagner, Staatsoper Berlin 2015, Regie und Bühne: Dmitri Tcherniakov, © Ruth Walz

La fotografia teatrale di Ruth Walz

In questa mostra personale emerge tutto il talento di Walz nel saper cogliere il “momento decisivo della rappresentazione teatrale”. I suoi primi piani aprono la possibilità di cogliere le espressioni degli attori, in un modo inedito per la scena teatrale. Con la sua macchina fotografica Walz riesce a fermare il tempo, trasferendo sulla carta fotografica gli attimi irripetibili della scena teatrale.

Parsifal von Richard Wagner, L’Opéra Bastille Paris 2008, Regie: Krzysztof Warlikowski, Bühne: Malgorzata Szcz??niak, Kundry: Waltraud Meier, © Ruth Walz

Oltre alle fotografie teatrali – tra cui sono documentate opere di Shakespeare, Eschilo e Goethe – il Museum für Fotografie offre anche la possibilità di dare uno sguardo dietro le quinte: in una delle sale è infatti riprodotto, sia letteralmente che figurativamente, il laboratorio fotografico di Walz. Inoltre, una sezione separata è dedicata al teatro di Botho Strauss, così come al suo compagno Bruno Ganz.

Die Orestie des Aischylos, Schaubühne am Lehniner Platz Berlin 1980, Regie: Peter Stein, Bühne: Karl-Ernst Herrmann, Athene: Jutta Lampe, © Ruth Walz

Ruth Walz, una vita dedicata al teatro

Nata nel 1941 a Brema, Ruth Walz è celebre per aver documentato lo Schaubühne di Berlino. Dal 1991 è stata anche fotografa al Festival di Salisburgo e di Vienna, e lavora tuttora come fotografa freelance. Nel corso degli anni ha collaborato con registri celebri, come Peter Stein, Klaus-Michael Grüber e Luc Bondy.

La sua passione per il teatro nasce durante l’infanzia, a Brema,  dove assiste a una rappresentazione teatrale di Peter Zadek, “Measure for Measure”. Passione che si consolida ancora di più una volta incontrato il teatro di Shakespeare. Dopo aver lavorato come fotografa di scena per il film Bambule di Ulrike Meinhof e nella pubblicità, Walz approda al mondo del teatro ottenendo un posto fisso alla  Schaubühne am Halleschen Ufer di Berlino nel 1976.

Ad oggi, Walz vive e lavora a Berlino, città nella quale ha vissuto a lungo con il compagno Bruno Ganz, morto nel 2019.

La Traviata von Giuseppe Verdi, Staatsoper Berlin 2003, Regie: Peter Mussbach, Bühne: Erich Wonder, Violetta: Christine Schäfer, © Ruth Walz

Splendid‘s von Jean Genet, Schaubühne am Lehniner Platz Berlin 1994, Regie: Klaus Michael Grüber, Bühne: Eduardo Arroyo, Bravo: Wolfgang Michael, Jean: Sylvester Groth, Scott: Peter Simonischek, Pierrot: Ulrich Matthes, Der Polizist: Thomas Thieme, © Ruth Walz

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: La seconde surprise de l’amour von Pierre Carlet de Marivaux, Theatre des Amandiers, Nanterre 2007, Regie: Luc Bondy, Bühne : Karl Ernst Herrmann, La Marquise: Clothilde Hesme, Le Chevalier: Micha Lescot, © Ruth Walz

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *